Innovazione/

Dallo sviluppo sostenibile all’astronomia: tanti eventi per Bright a Siena

Il 27 e 28 novembre una maratona digitale della ricerca per i due Atenei cittadini in diretta sui canali social

 

È tutto pronto per la Notte dei ricercatori a Siena, che quest’anno si terrà il 27 e 28 novembre con un’edizione completamente digitale.
L’emergenza sanitaria non ferma infatti l’ormai tradizionale appuntamento di divulgazione scientifica nel quale è protagonista il dialogo tra i ricercatori e il pubblico, con l’obiettivo di far conoscere, attraverso un linguaggio semplice e accattivante, il grande lavoro dietro le quinte dei laboratori, delle biblioteche e degli spazi della ricerca dell’Università di Siena e dell’Università per Stranieri di Siena.

Una maratona social su Facebook e Youtube

I tanti eventi multimediali organizzati per l’edizione 2020 di BRIGHT-NIGHT avranno come filo conduttore l’approfondimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 dell’ONU.
Dagli studi classici al diritto, dall’economia circolare alla nutraceutica, dalle scienze sociali all’astronomia, saranno tanti e vari i temi protagonisti della lunga maratona della ricerca che domani, a partire dalle ore 10, in diretta su Facebook e YouTube, abbraccerà tutte le discipline, attraverso gli interventi e il dibattito con i ricercatori.

“Opportunità finanziarie per opportunità formative per tutti” è il tema della mattina, con Sonia Carmignani e Cinzia Manetti. Alle 14.30 “Il nostro Enea. Attualizzazioni di un personaggio antico”, con Maurizio Bettini, Alessandro Fo e Filomena Giannotti. Seguiranno Federico Lenzerini e Alessandra Viviani con “Ali spezzate: gli effetti della pandemia sul diritto d’asilo”.
Dopo sarà la volta della presentazione del progetto multimediale ideato dagli studenti del master in Comunicazione d’impresa, in collaborazione con Medici senza Frontiere e Santa Maria della Scala, “Spedale senza frontiere”. Simone Bastianoni, Nadia Marchettini e Iuri Bruni parleranno di “In giro per le strade decarbonizzate della Città. Sinergia tra istituzioni per la qualità della vita”.

La maratona proseguirà con “Economia Circolare, Nutraceutica e contaminazione delle conoscenze nel settore Agrifood” di cui ci parleranno Sonia Carmignani, Massimiliano Montini e Claudio Rossi. Alle 18.30 Mariapia Maraghini e Paolo Benini interverranno su “…Attitudini e Talenti…!”, mentre viaggeremo nello spazio alla scoperta dell’universo con Vera Montalbano, Lucia Morbidelli e Alessandro Marchini. La diretta si concluderà con l’ultimo appuntamento, alle 19.45, “Vedere per credere o credere per sapere?” con Emilio Mariotti e Fabio Mugnaini.
Saranno inoltre online cinquanta eventi multimediali – curati anche dalle sedi di Arezzo, Grosseto e San Giovanni Valdarno – nei quali si racconteranno le mille facce della ricerca scientifica, attraverso giochi, illustrazioni di esperimenti, visite guidate ai laboratori e ai musei universitari.

I laboratori di lingue dell’Università per Stranieri

L’Università per Stranieri sarà presente con i suoi laboratori di lingue per adulti e per bambini (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, catalano, russo, arabo, cinese e coreano), che proporranno, spesso in forma ludica, un approccio alle culture europee ed extraeuropee attraverso giochi, canzoni, favole, cartoni animati e dimostrazioni di calligrafia araba.

La sostenibilità sociale e ambientale è al centro di un’iniziativa in collaborazione con il Liceo Galileo Galilei di Siena. Altre proposte appartengono al campo degli studi umanistici e scientifici: esercizi di lettura di un testo letterario, un approccio a una fruizione innovativa, supportata dalle nuove tecnologie, del patrimonio dell’Accademia dei Fisiocritici, la descrizione della figura dello studioso senese Antonio Montucci, la proposta per una lettura ecocritica della letteratura.

E ancora, l’Osservatorio astronomico accompagnerà i cittadini a vedere le stelle, con una diretta che sarà preceduta e seguita da un live online musicale ed acustico organizzato dagli studenti dell’Ateneo senese, per non rinunciare ad un momento di festa e intrattenimento, elemento distintivo della Notte della Ricerca fin dalla sua prima edizione.

Infine, tutta la mattina di sabato 28 novembre sarà animata dalla Maratona della ricerca dell’Università per Stranieri di Siena, che porrà l’attenzione sull’integrazione culturale, i nuovi razzismi, i fenomeni migratori, la mobilità studentesca interregionale e internazionale, la scrittura scientifica e un’interpretazione cinematografica e fotografica del paesaggio toscano.

I più popolari su intoscana