Carrara è Città creativa: la capitale del marmo entra nel circuito Unesco

La città ha ricevuto il prestigioso riconoscimento come eccellenza nel campo dell'artigianato e dell'arte popolare

C'è anche Carrara tra i quattro capoluoghi italiani che sono entrati a far parte del circuito Città Creative dell'Unesco, che comprende 60 centri di 44 diversi paesi. Il network delle Città creative è un programma Unesco nato nel 2004 per promuovere una sempre più stretta collaborazione tra le città che, attraverso le industrie creative e culturali, promuovono lo sviluppo sostenibile dei territori e delle comunità. 

"Carrara è ufficialmente città parte del circuito perché rappresenta l'eccellenza nel campo dell'Artigianato e dell'Arte Popolare grazie al suo primato nel settore lapideo e scultoreo. Questo notevole risultato internazionale dimostra come spesso e volentieri la sinergia tra imprenditori e artisti produce effetti importanti per il territorio - sottolinea il sottosegretario al ministero della Giustizia, Cosimo Maria Ferri - questo riconoscimento creerà occasioni importanti per la città di Carrara e per l'economia di tutto il territorio. Porterà turismo e valorizzerà ancora di più l'artigianato e l'attività artistica e creativa legata al marmo." 

Per l'Italia fanno parte del circuito Milano per la letteratura, Pesaro e Bologna per la musica, Alba e Parma per la gastronomia, Roma per il cinema, Torino per il design, Fabriano per l'artigianato.

02/11/2017