Centro internazionale Alimentazione di qualità

di Samuele Bartolini

Nascerà a Firenze un centro per la valorizzazione dei prodotti agricoli nostrani. Al centro buona alimentazione e stili di vita delle famiglie

Nascerà a Firenze il “Centro internazionale per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari e la qualità dell'alimentazione”. L'atto costitutivo è previsto per i primi di ottobre e guarda a Expo 2015, la manifestazione mondiale in preparazione a Milano. Il soggetto promotore è la Regione Toscana, ma si sono mostrati interessati a farne parte numerosi enti pubblici e privati. Tra i quali: le tre Università Toscane, il CNR, la Scuola S. Anna, IMT Lucca, Unioncamere Toscana, l'Unione Regionale Cuochi Toscani, CIA, Coldiretti, Confagricoltura, Legacoop Agroalimentare Toscana, Confcooperative Fedagri, Confindustria Toscana, Fondazione dei Locavori, Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze attraverso l'Osservatorio Mestieri d'Arte.

“Gli stili di consumo dei toscani – ha detto l'assessore all'agricoltura Gianni Salvadori - si configurano come un mix di tradizione, equilibrio e radicamento territoriale. In altre parole la Toscana può essere presa ad esempio concreto di uno stile di vita sano, una "Food Valley" che comprende l'intera regione. L'obiettivo, in sintonia con le tematiche di Expo 2015, è quello di creare una cultura del cibo rispettosa dell'ambiente e della salute dell'uomo”.

Conterà molto l'educazione alla buona alimentazione, ma anche la sua prosecuzione negli stili di vita in famiglia. “L'obiettivo – ha proseguito l'assessore - è arrivare ad una consapevolezza condivisa che non è verosimile pensare ad una alimentazione centrata sulla carne per tutti, ma ragionare sulle possibilità di un correto apporto proteico fondato sullo sviluppo agricolo in cui si sono saputi coniugare ricerca agro-alimentare e ricerca per la salute. Questo è anche lo scopo di Expo Rurale: riportare la campagna in città non per nostalgia, ma per mostrane il moderno volto di ricerca e investimento".

Il Centro internazionale, che troverà sede in una struttura storica di Firenze, formerà figure professionali da impiegare nelle mense pubbliche (ospedali, RSA, università, enti locali, scuole, aziende, ecc.), metterà a disposizione dei giovani che cercano lavoro nel campo della cucina e dell'alimentazione gli strumenti per specializzarsi, promuoverà la ricerca attraverso le eccellenze scientifiche toscane. La base di partenza sarà la salubrità delle tradizioni culinarie nostrane che affonda le radici nella filiera corta e nelle produzioni a kilometro zero.

Expo Rurale è allestita alla Fortezza da Basso di Firenze e resterà aperta fino a domenica 15 settembre. Oltre 300 eventi per tutti i gusti. Bambini all'opera per "salare le sardine" e mamme che imparano a fare la spesa. 384 espositori dei quali 160 sono aziende agricole impegnate nei Mercati Contadini. 30 i workshop e/o seminari divulgativi, 123 tipi di laboratori, esibizioni e/o eventi di animazione replicati in continuazione per 698 possibilità di partecipazione. Di questi: 63 sono dedicati alle scolaresche (per 450 studenti) per 175 eventi specifici, 72 degustazioni guidate; 232 eventi organizzati dalle filiere, per un totale di 304 eventi.

Scopri tutto il programma su: http://www.exporurale.it/

16/09/2013

expo rurale agricoltura grano mais
expo rurale agricoltura grano mais