Cultura/

Cinema Internazionale a Firenze Boom di presenze alla “50 Giorni”

Secondo le prime stime la rassegna organizzata da Fondazione Sistema Toscana ha superato i risultati dell’anno scorso

Gilda è stata l’immagine simbolo della 50 Giorni 2013

Inaugurata lo scorso 24 ottobre con il film Wanda, di Barbara Loden, simbolo di una cinematografia al femminile che ha stentato ad affermarsi, per i temi trattati e per la scarsa fiducia che il mondo produttivo ha da sempre riservato alle registe – e quindi per traslato film emblema della battaglia delle donne per la propria affermazione, difesa dei diritti e stop alla violenza – la “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze”, ha proposto tanti appuntamenti di cinema di qualità: Festival Internazionale di Cinema e Donne, France Odeon, Florence Queer Festival, Lo Schermo dell’Arte Film Festival, River to River Florence Indian Film Festival e il noto Festival dei Popoli.

Ed è stato boom di spettatori: intorno al 27 novembre, trascorsa metà rassegna, lo staff di Fondazione Sistema Toscana ha fatto un primo bilancio, registrando già oltre 30.000 presenze: 28.680 persone hanno infatti preso parte alle proiezioni, agli incontri, alle mostre, alle premiazioni proposte dai festival, mentre 1.500 persone hanno seguito i film della “50 Giorni” online, grazie alla collaborazione con il portale Mymovies.it.

I dati lasciano prevedere che la “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze” si chiuderà confermando e superando le 50.000 presenze registrate nelle scorse edizioni, a dimostrazione del fatto che se la proposta è valida, gli spettatori non si fanno pregare e accorrono nuovamente ad affollare le sale cinematografiche.

I più popolari su intoscana