Cultura/

Claudio Bisio “regala” la sua voce per la guida dei 21 musei del MuDEV

Un insolito “Leonardo” apre la guida online e su App del sistema museale, lanciata anche una campagna social con protagonisti 11 personaggi storici virtuali

MUDEV – Claudio Bisio registra l’introduzione all’audio guida – 01

É Claudio Bisio nell’insolita veste di “Cicerone” ad aprire la guida online che il MuDEV – il sistema museale che riunisce 21 musei dislocati su 11 comuni dell’Empolese Valdelsa mette a disposizione di tutti i suoi visitatori, sia reali che virtuali a distanza, sulla piattaforma Izi.travel. Alla guida, gratuita e già esistente, l’attore che ha una casa nel Chianti ed è legato alla Toscana da una decennale assidua frequentazione ha regalato la sua voce.

Nella audioguida Bisio introduce l’ascoltatore alle bellezze e alle specificità dell’empolese valdelsa e dei suoi musei. Un’iniziativa che va in parallelo ad altre azioni del progetto, #leogoesto, che prevede anche una campagna social realizzata con la “personificazione” di 11 personaggi storici del MuDEV. Questi interventi sono stati realizzati grazie al contributo di Fondazione CR Firenze a seguito del bando Laboratori Culturali.

Una serie di post realizzati su Facebook, ideati dai noti divulgatori di “Finestre sull’Arte”, caratterizzati da una forma grafica e contenutistica senza tempo. Leonardo Da Vinci e Boccaccio, Benozzo Gozzoli e Indro Montanelli, ma anche il contadino del Padule e l’Arno stesso – scelti per caratterizzare il MuDEV come sistema museale legato non solo ai beni culturali tradizionalmente intesi, ma a tutto il territorio, con il suo ecosistema e la sua storia – personaggi storici ed entità che dialogano per far conoscere e promuovere la visita nei musei dell’Empolese Valdelsa.

“Il MuDEV prosegue la sua promozione anche durante il lockdown e si prepara a riaprire non appena le condizioni ce lo permetteranno più accogliente, sicuro e ricco di eventi di prima – dice Giacomo Cucini, Sindaco con delega alla cultura per l’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa – in questo contesto, il progetto Laboratori Culturali è stato per noi di fondamentale importanza non solo per la promozione, ma proprio per realizzare strumenti di divulgazione online che resteranno fruibili per sempre. Ringrazio Claudio Bisio per la grande disponibilità dimostrata e la Fondazione CR Firenze per aver sostenuto il nostro progetto, che ci consente di portare avanti i valori di rete, comunità e promozione culturale che stanno alla base del MuDEV”.

I più popolari su intoscana