Salute/

Coronavirus, cluster di positivi a Impruneta e Pian di Scò: tre famiglie contagiate

Tutti i componenti dei nuclei familiari che hanno contratto il Covid-19 sono asintomatici o con sintomi lievi: sono stati identificati e tracciati tutti i contatti stretti

Scoperti due cluster di positivi al Coronavirus ieri in Toscana, uno a Impruneta, composto da due nuclei familiari conviventi, e uno a Pian di Scò, in provincia di Arezzo, composto da un’unica famiglia. 

A Impruneta il focolaio individuato dalla Asl Toscana Centro conta nove positivi al Covid-19: si tratta appunto di due nuclei familiari conviventi ora sottoposti a isolamento e, in parte, separati e destinati ad un albergo sanitario. Nel ‘cluster’ ci sarebbe un neonato, la maggior parte sono persone in età adulta giovanile. Il Coronavirus potrebbe esser stato contratto da uno dei componenti durante una trasferta di lavoro fuori Toscana.
Il ‘cluster’ di Impruneta è emerso durante un tracciamento dei contatti effettuato da parte dei servizi territoriali a partire dai primi due casi che si sono evidenziati l’1 luglio nello stesso comune. Sono quindi stati scoperti col tampone ulteriori sette casi di cui cinque asintomatici e due pauci-sintomatici, per un totale, considerando i primi due positivi collegati, di sei asintomatici e tre pauci sintomatici. 

Sei di queste persone hanno dato disponibilità a trasferirsi subito in albergo sanitario con trasporto in sicurezza con 118. Il Comune ha attivato un servizio per il sociale per garantire l’approvvigionamento dei pasti, dei farmaci e di altre eventuali necessità. Attualmente, conferma la Asl, nei due nuclei familiari, solo due soggetti hanno riferito comparsa transitoria di sintomi lievi. Nell’ambito dell’indagine epidemiologica si è anche provveduto a identificare i contatti stretti e all’adozione da parte delle competenti strutture dei provvedimenti di isolamento e accertamento diagnostico. 

L’altro cluster familiare è stato scoperto a Pian di Scò, in provincia di Arezzo, dove sono emersi quattro nuovi casi: sono padre, madre e due figli di 7 e 2 anni: secondo quanto tracciato dalle autorità sanitarie l’uomo avrebbe contratto il Coronavirus in una trasferta di lavoro fuori Toscana. Anche il sindaco Enzo Cacioli, dopo aver ricevuto l’informativa dalla Asl Toscana Sud Est, dà conferma della situazione. “Si tratta – scrive Cacioli – di un uomo di 49 anni risultato positivo al tampone in occasione di un’ospedalizzazione per effettuare un intervento, di una donna di 32 anni e di due bambini, di 7 e 2 anni. Tutti presentano sintomatologia lieve, compresa, in un caso, la perdita del senso del gusto. Dopo settimane senza casi il virus torna a colpire nel territorio. I quattro sono stati messi in isolamento e la situazione è mantenuta sotto controllo.” 

I più popolari su intoscana