Cultura/

Con dolce forza: le donne degli Uffizi in mostra a Bagno a Ripoli

L’esposizione in programma dall’8 marzo al 13 maggio porta all’Oratorio di Santa Caterina i capolavori degli Uffizi tra cui il celebre autoritratto della Tintoretta

I capolavori degli Uffizi vanno in trasferta per la mostra “Con dolce forza. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento”, che porta all’Oratorio trecentesco di Santa Caterina delle Ruote di Bagno a Ripoli dipinti, autoritratti, incisioni, documenti e volumi a stampa dedicati alle maggiori protagoniste del panorama musicale a cavallo tra il XVI e il XVII secolo.

Tra le opere in mostra il celebre autoritratto di Marietta Robusti, detta “Tintoretta”, figlia prediletta dell’omonimo artista, musicista e lei stessa pittrice, ritratta con una spinetta e uno spartito, ma anche testimonianze documentali relative a Francesca Caccini, compositrice, passata alla storia per essere stata la prima donna ad aver scritto un’opera (“La liberazione di Ruggiero dall’Isola di Alcina”, 1625).
E ancora il ritratto della “Cantatrice” dei Medici Checca Costa e quello di Vittoria della Rovere, madre del Graduca Cosimo III, grande amante delle arti e mecenate.

“Nella settimana in cui ricorre la ‘Giornata internazionale della donna’ – ha commentato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt – con questa iniziativa vogliamo riflettere sul ruolo della donna nella produzione musicale. Partendo da un’opera d’arte diventata ormai un’icona, l’Autoritratto di Marietta, figlia del grande Jacopo Tintoretto, abbiamo strutturato un percorso volto a riaccendere l’interesse su alcune figure che hanno lasciato un segno creativo imprescindibile nel campo della musica”.

I più popolari su intoscana