Ambiente/

Concordia a Genova, conto alla rovesciaInstallato l’ultimo cassone

Il viaggio è “una sfida ingegneristica senza precedenti”. Afferma l’amministratore delegato di Costa, Michael Thamm. Il relitto ora ha 30 cassoni installati su entrambe le fiancate

Costa Concordia si prepara a lasciare l’Isola del Giglio. Ieri è stata completata l’installazione sul lato sinistro del relitto dell’ultimo cassone mancante, il P1. “Ora, in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Osservatorio di Monitoraggio – dice la società di navi crociera Costa -, i tecnici potranno avviare la fase di test dei sistemi in vista del rigalleggiamento della Concordia”.

L’installazione dell’ultimo cassone fa scattare il definivito conto alla rovescia per il viaggio di 4-5 giorni verso il porto di Genova. Si tratta di “una sfida ingegneristica senza precedenti – afferma Michael Thamm, amministratore delegato di Costa – e rispettare un impegno preciso: rimuovere il relitto della Concordia il prima possibile, nel massimo rispetto dell’ambiente e della sicurezza”.

Al momento il relitto dellla Concordia ha 30 cassoni installati su entrambe le fiancate. L’operazione di rigalleggiamento comporterà lo svuotamento dell’acqua, ciò permetterà la spinta necessaria per fare rigalleggiare lo scafo. A conclusione dell’operazione rimarrà sommersa 18,5 metri di nave. Poi sarà la volta del viaggio verso Genova dove la nave sarà smantellata e riciclata.

I più popolari su intoscana