Consumi: +7,4% per i beni durevoli in Toscana nel 2015

Secondo i dati dell’Osservatorio Findomestic il record spetta a Pistoia, fanalino di coda Grosseto

Nel 2015 in Toscana la spesa per i beni “durevoli” è stata di circa 4 milioni di euro, crescendo del 7,4% rispetto all’anno precedente. Secondo i dati dell’Osservatorio di Findomestic Banca, presentati oggi a Firenze, gli acquisti dei beni durevoli aumentano in tutte le province reginali: Pistoia fa segnare il record col suo +9,5%, seguita da Prato (+8,8), Siena (+8,1%), Livorno (+7,7%), Massa Carrara (+7,6%), Firenze (+7,3%), Lucca (+7,3%), Pisa (+6,9%), Arezzo (+5,6%) e Grosseto (+5,1%).

La crescita dei consumi interessa gran parte dei mercati: auto nuove (+18,5%), motoveicoli (+16,1%), auto usate (+5,3%), elettrodomestici grandi e piccoli (+1,8%) e mobili (+1,2%). Aumenta inoltre il reddito disponibile procapite di tutte le province toscane (+0,7%): Firenze lo porta da 22.539 euro dello scorso anno a 22.714 euro, occupando il sesto posto nella graduatoria delle 103 province italiane.

12/02/2016