Innovazione/

Contro gli insetti e lo spreco di cibo arrivano da Pisa i repellenti naturali

I ricercatori dell’ateneo hanno trovato gli oli essenziali di piante aromatiche che servono a difendere le dispense senza usare gli insetticidi

Gli insetti sono considerati tra i maggiori responsabili di danni al cibo e causano in tutto il mondo, ogni anno, la perdita di circa il 20% dei raccolti e fino al 40% delle derrate conservate in granai e magazzini. Per combattere questo spreco ed evitare gli insetticidi, dannosi per la salute dell’uomo e per l’ambiente, i ricercatori dell’Università di Pisa hanno messo a punto un’alternativa ecologica a base di oli essenziali di piante aromatiche.

“Basta intrusi nella dispensa” è lo slogan utilizzato da Barbara Conti e Stefano Bedini del dipartimento di Scienze Agrarie dell’ateneo pisano in un articolo che è stato pubblicato anche sulla rivista del comitato scientifico dell’Expo. “Le nostre ricerche – spiegano i due esperti – hanno evidenziato che gli oli essenziali di alcune piante aromatiche, così come alcuni dei loro componenti chimici, esplicano un notevole effetto repellente nei confronti degli insetti infestanti le derrate arrivando ad essere fino a trenta volte più efficaci dei repellenti sintetici”.

Si tratta di risultati scientifici che hanno una forte ricaduta sia a livello industriale sia domestico: gli oli essenziali e i loro composti potrebbero essere impiegati, ad esempio, per la produzione di imballaggi a prova d’insetto, per trattamenti murali in depositi e magazzini, oppure per la creazione di diffusori da utilizzare per la protezione delle dispense casalinghe.

I più popolari su intoscana