Ambiente/

Dai un nome all’albero di Natale e affidalo alle cure del Parco

Finite le feste la domanda è sempre la stessa: che ne facciamo dell’albero? A Scandicci se ne prendono cura fino al prossimo Natale

Il Parco Poggio Valicaia si prende cura del tuo albero di Natale

Tree-sitting per coloro che hanno acquistato un albero di Natale con le radici e, passate le festività, non sanno come trovargli una nuova dimora. È il servizio messo a disposizione dal Comune di Scandicci, alle porte di Firenze, grazie al quale sarà possibile consegnare l’albero e vederlo crescere nel parco di Poggio Valicaia.

Con l’arrivo delle festività 2019 sarà quindi possibile andarlo a riprende, dietro il pagamento di 10 euro complessivi. L’appuntamento è per domenica 6 gennaio per la consegna al Parco, che sorge sulle colline di Scandicci.

L’abete sarà innaffiato e curato dai giardinieri e potrà essere ripreso dai proprietari per il Natale 2019, dietro contributo di un euro al mese (10 euro comprensivi di tutto per chi lo lascia da gennaio a dicembre 2019).

Nel caso in cui l’albero rimanga in affido per 24 mesi e il proprietario non voglia riprenderlo verrà piantato nel Parco. Qualora durante l’affido emergessero delle esigenze specifiche, i proprietari saranno avvertiti e l’albero verrà portato in un vivaio per le cure necessarie.

L’iniziativa è a cura della direzione del Parco di Poggio Valicaia: del “baby tree sitteraggio” e del monitoraggio della crescita si occuperanno giardinieri e vivaisti professionisti.

Prima della consegna è necessario scegliere un nome per l’albero e scriverlo su un cartellino. Gli interessati potranno mandare un messaggio privato su facebook al Parco Poggio Valicaia, scrivendo nome e cognome del proprietario e il nome dell’albero, così da concordare l’appuntamento per la consegna nel prossimo dicembre.

I più popolari su intoscana