Dal Cnr arriva il drone contadino per risparmiare acqua e pesticidi

Il prototipo Efesto, realizzato dal Cnr di Pisa, sarà impiegato nell’agricoltura di precisione e in viticoltura per ridurre l’impattoi ambientale

Permetterà di ridurre l'utilizzo di acqua e pesticidi nell'agricoltura, abbattendo così l'impatto ambientale, il drone realizzato dall'area di ricerca di Pisa del Cnr: il protipo innovativo si chiama Efesto e verrà presentato nei prossimi giorni alla Fiera Agricola di Verona.

Grazie ad Efesto si potranno aggiustare i parametri della semina, la modulazione delle dosi di fertilizzante, l'applicazione sito-specifica dell'acqua, dei pesticidi, degli erbicidi. Inoltre, utilizzando le mappe prodotte dal drone, si applica una strategia di deficit irriguo che può portare ad un risparmio di acqua del 25%. Il drone, prodotto da Sigma Ingegneria, dispone di sistemi multisensoriali messi a punto dall'Istituto di scienze e tecnologie dell'informazione (Isti-Cnr), dall'Istituto di biometereologia di Firenze (Ibimet-Cnr) e dal gruppo Refly del Cnr pisano.

"Grazie a Efesto abbiamo la possibilità di acquisire dati provenienti da più sensori contemporaneamente e ad altissima risoluzione in modo da poterli elaborare assieme - spiega Alessandro Matese dell'Ibimet-Cnr - dalla fusione di questi dati saranno elaborate indicazioni importanti".

03/02/2016