Ambiente/

Dalla Regione dieci milioni per la raccolta differenziata e il recupero

E’ questa la cifra stanziata nel 2012 per migliorare il sistema di gestione dei rifiuti

discarica podere rota

10 milioni e 300mila euro. Sono questi i soldi che la Regione Toscana ha stanziato quest’anno per migliorare il sistema di gestione rifiuti. I soldi andranno ai tre Ambiti territoriali della Toscana: Ato Costa, Ato Sud e Ato Centro. E serviranno soprattutto per potenziare la raccolta differenziata e il recupero.

Il finanziamento 2012 della Regione si aggiunge agli oltre 30 milioni messi a disposizione dal 2008 al 2011 e che hanno permesso di attivare 162 progetti fra stazioni ecologiche e raccolta porta a porta. Eppure, nonostante il trend in aumento, l’obiettivo nazionale del 65% di raccolta differenziata nel 2012 è ancora lontano.

“C’è molto da fare”, ha ammesso in una nota stampa l’assessore regionale all’ambiente Anna Rita Bramerini. Per questo “occorre velocizzare gli investimenti da parte degli Ato” con l’impegno della Regione “alla riorganizzazione del sistema di gestione dei rifiuti e alla promozione della raccolta differenziata. Abbiamo sottoscritto accordi di filiera con Revet, Anci e rispettivamente con Corepla per il riciclaggio effettivo di materiali plastici, con Coreve per impostare gli utilizzi alternativi al vetro non riciclabile nelle vetrerie, con Cial per l’alluminio e a breve ne firmeremo un altro con Ricrea per l’acciaio".

"L’obiettivo vero – ha concluso l’assessore Bramerini – è e deve essere sempre di più, quello di far tornare a nuova vita la materia che viene raccolta in modo differenziato cosicché i cittadini possano vedere concretamente gli oggetti prodotti dal loro impegno”.

I più popolari su intoscana