DATACRAZIA E INTELLIGENZA ARTIFICIALE: LA SECONDA GIORNATA DI #IF2018

Datacrazia e Intelligenza artificiale: la seconda giornata di #IF2018

All'interno della rassegna pisana dedicata al web, si tiene l'ultima tappa di Toscana Digitale. Tra gli ospiti più attesi: Quattrociocchi, Vesselin Popov e Paolo Angeli

Da Google ai Radiohead, dalle fake news all’intelligenza artificiale ai nuovi diritti in rete. Sono alcuni dei temi che saranno protagonisti della seconda giornata di Internet Festival, domani, 12 ottobre, il principale evento italiano dedicato all’innovazione digitale, in programma a Pisa fino a domenica 14 ottobre. La parola chiave di questa edizione è #intelligenza, declinata in decine di eventi ospitati in varie location in città.

Tra gli appuntamenti da non perdere troviamo quello dedicato al tema della datacrazia, al centro del panel condotto da Barbara Carfagna con, tra i relatori, Dino Pedreschi, Giuseppe Martinico e Walter Quattrociocchi; atteso il confronto tra il direttore dello "Psychometrics Center" di Cambridge Vesselin Popov e Dino Amenduni (ore 10-12.30, Teatro Verdi).

Machine Learning e automazione responsabile sono i temi chiave dell’incontro coordinato da Dianora Poletti con ospiti il giudice Amedeo Santosuosso, l’avvocato Giangiacomo Olivi, i professori Francesco Pizzetti e Maria Chiara Carrozza (ore 15, Scuola Sant’Anna).

Lo stesso giorno sarà presente anche Roberto Pieraccini, a capo dello sviluppo della funzione Assistente vocale di Google (ore 10, Centro Congressi Le Benedettine). Nel pomeriggio, focus sulle tecnologie linguistiche e l’interazione con i sistemi informatici (ore 15, Museo degli Strumenti per il Calcolo). Il Polo Tecnologico di Navacchio e l’associazione Cinitaly presentano il progetto SIRIP–Sino-Italian Research and Industrial Park. Zahangqui Italian Citadel, il primo hub dedicato all’innovazione in Cina con il supporto delle tecnologie italiane (ore 10-13, Scuola Superiore Sant’Anna). Ritorna l’appuntamento con Registro.it che organizza una serie di focus dedicati a PMI, startup, professionisti del digital marketing, con un’incursione nel mondo delle food startup italiane (ore 09.30-18, Camera di Commercio).

Prevista anche la tappa conclusiva di Toscana Digitale, tour dedicato all'Agenda Digitale regionale e che ha coinvolto esperti di nuove tecnologie e infrastrutture, smart cities, servizi digitali e comunicazione pubblica 2.0. Interverranno: l'assessore alla Presidenza della Regione Toscana Vittorio Bugli, l’esperto di strategie urbane e fondatore dell’Associazione Secolo Urbano Giacomo Biraghi, il direttore dell’Istituto Piepoli Livio Gigliuto, l’influencer ed esperto di digital Gianluigi Tiddia, l’amministratore delegato Agi Salvatore Ippolito. A coordinare la discussione Francesco Di Costanzo, presidente PA Social - Associazione Nazionale per la nuova comunicazione, fondatore e direttore di cittadiniditwitter.it (ore 15, Scuola Normale Superiore).

Tra videogame, proiezioni e performance, ci sarà un momento dedicato al bullismo. I primi ad affrontare il tema sono il giornalista Simone Cosimi e lo psicoterapeuta Alberto Rossetti, autori di Cyberbullismo, indagine sugli atti di bullismo in cui protagonisti sono gli strumenti digitali e i contenuti che su di essi rimbalzano (ore 16); a seguire Ezio Alessio Gensini, Leonardo Santoli, Anna Vaccarelli e Sara Simona Racalbuto presentano Pugni chiusi. Bullismo: punti di vista, non-storie, impressioni, significati, con i contributi di artisti, blogger, giuristi e accademici (ore 17). Il progresso dell'Intelligenza Artificiale è al centro dell’incontro con Alessandro Vitale, imprenditore ed esperto di AI: quali sono i limiti di uno strumento così potente e i rischi che comporta? (ore 18). Al rapporto letteratura e neuroscienze è dedicato il panel “Intelligenze “biologiche”, quindi letterarie, con Alberto Casadei, Paolo Gervasi e Michele Cometa (ore 9.30, Centro Congressi Le Benedettine).

Infine, Paolo Angeli presenta in prima nazionale il suo progetto sui Radiohead. Uno spettacolo dove il musicista sardo interpreta il repertorio della band britannica in chiave free music mediterranea, fondendo avanguardia e post-rock, e trasformando una partitura compiuta in un'opera aperta (ore 21.30, Teatro Verdi, ingresso gratuito).

11/10/2018