Fortunato Depero, dal sogno futurista all'arteterapia

Il Lucca Center of Contemporary Art riapre con una mostra dedicata a Depero in cui si esplora anche il segno pubblicitario e inaugura uno spazio artistico per l'inclusione sociale

Il Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art ha compito 10 anni. E dopo un restyling di alcuni mesi ha riaperto presentando la mostra “Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario” (fino al 25 agosto 2019). Eclettico, ironico e visionario, Fortunato Depero è stato uno dei maggiori rappresentanti del Futurismo. La mostra, a cura di Maurizio Scudiero, storico di riferimento per il Futurismo, e Maurizio Vanni, museologo e storico dell’arte, è organizzata dal Lu.C.C.A. e da Omina in collaborazione con l’Archivio Depero di Rovereto.

Ottanta opere ricostruiscono la produzione creativa di Depero, che lo vide ben presto avvicinarsi al mondo industriale e della pubblicità. «Per garantire la migliore fruibilità della mostra – spiega Maurizio Vanni, che è anche Direttore Generale del Lu.C.C.A. – la nostra struttura offre un chatbot che consente ai visitatori di ricevere informazioni sul proprio cellulare sulle opere che stanno guardando, in italiano e inglese. Parallelamente un impianto di localizzazione ci consente di capire quali siano le opere più attrattive per il pubblico, così da poter rispondere in modo sempre più mirato ai suoi reali interessi».

9_Strega-2

La proposta espositiva si snoda tra capolavori provenienti da importanti collezioni italiane che raccontano il sogno futurista di Fortunato Depero dal 1914 fino alla prima metà degli anni Venti per poi approdare al segno pubblicitario con disegni, collage e grafiche per le campagne dell’Acqua San Pellegrino, del liquore Strega, del mandorlato Vido, dei mattoni Verzocchi, del tamarindo Erba, del cioccolato Unica, ma soprattutto per l’azienda Campari a cui è dedicata un’intera sala.

Depero rivoluzionò i criteri del manifesto pubblicitario e ne rivide anche l’impostazione puntando soprattutto sul carattere tipografico considerato elemento caratterizzante e simbolo del prodotto. In mostra non manca la documentazione delle sue collaborazioni nel campo dell’editoria come quelle per La Rivista illustrata del Popolo d’Italia e per la stampa periodica americana come Vogue, Vanity Fair, Sparks e The News Auto Atlas.

10_Bagnante

Ma non è tutto. Perché in occasione del 30esimo anniversario delle attività della Cooperativa sociale “La Mano Amica”, al Lu.C.C.A. (Sala Lounge, primo piano) è stata inaugurata anche la mostra “I mondi futuristi di Depero”. Un omaggio alle opere dell’artista roveretano realizzato dagli utenti dei laboratori espressivi de “La Bricola – Centro di Arte Terapia applicata” della Cooperativa sociale “La Mano Amica”, che rimarrà in esposizione fino al 25 agosto 2019.

Lucca Depero Lab

Si tratta di una selezione dei lavori prodotti con differenti tecniche dopo la visita alla mostra “Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario” con relativo focus esperienziale, condotto dallo psichiatra e psicoterapeuta Enrico Marchi e dalla psicoterapeuta e arteterapeuta Nadia Buonamici, che ha ufficialmente sancito la nascita dell’ArTS Hub - Art Therapy Social Hub, il nuovo contenitore del Lu.C.C.A. dedicato all’inclusione sociale che si occupa delle fasce più deboli e fragili con l’intento di stimolare le loro capacità artistiche e relazionali.

Info
www.luccamuseum.com

13/07/2019