Attualità/

Ebadi Nobel per la Pace al Children’s Pride di Carrara

Il 18 novembre prende il via la tre giorni dedicata ai ragazzi e al suo interno il primo Salone Internazionale del Diritto all’Infanzia. Giochi e incontri a "CarraraFiere"

Shirin Ebadi

“Siamo stati tutti bambini. E tutti noi desideriamo il benessere dei nostri bambini”. La frase, riportata nella dichiarazione finale del Summit ONU per i Diritti dell’Infanzia, nel 2001, fotografa nella sua semplicità il lavoro dei tanti che, quotidianamente – e a tutte le latitudini – si adoperano per i più piccoli. Molti di loro si sono dati appuntamento a Marina di Carrara, dal 18 al 20 novembre, per il Children’s Pride, una tre giorni dedicata ai ragazzi e ai loro genitori tra giochi, spettacoli e laboratori didattici pensati per accontentare tutti: grandi e piccini.

A CarraraFiere però, il visitatore troverà molto di più di un’occasione di divertimento visto che la manifestazione ha come obiettivo ultimo la promozione e la divulgazione dei principi della Convenzione Onu dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989. Con il Children’s Pride si svolgerà, infatti, anche il 1° Salone Internazionale del Diritto all’Infanzia, il cui acronimo S.I.D.A.I è anche un incentivo a fare di più e meglio per i bambini e le bambine di tutto il mondo. “A oltre 20 anni dall’approvazione della Convenzione Onu sono ancora troppi gli articoli di quel testo che non vengono rispettati in ogni parte del pianeta.” dichiara Sonia Del Freo, presidente di Giro Girotondo onlus e ideatrice di Children’s Pride “Per questo motivo abbiamo voluto organizzare questo evento che offre sia momenti di gioco che momenti di riflessione per costruire un mondo davvero a misura di bambino”.

Appuntamento unico nel suo genere, il Children’s Pride si propone di dimostrare come sia possibile fare informazione sociale tramite il gioco, lo spettacolo, lo sport. Un’esperienza pilota che pone finalmente al centro il bambino, attore principale di attività costruite a sua misura, tra divertimento e pedagogia. Saranno oltre 100 le aree dedicate ai giochi: sport e creatività, basket, pallavolo e calcetto, accanto a fogli e colori per dare forma alla fantasia; una biblioteca in cui leggere (e raccontare) favole e storie proprio vicino al campo di tiro con l’arco e alla parete per avventurarsi nel free climbing. E ancora, tanti spettacoli a rotazione. Su tre palchi, per un totale di mille posti a sedere, si alterneranno maghi e prestigiatori, clown e giocolieri e persino un maestro cioccolataio che sorprenderà con le sue golose sculture. Ai partecipanti insomma…l’imbarazzo della scelta.

Grande spazio sarà riservato, poi, alla riflessione sulle problematiche più attuali per la crescita e il benessere dei bambini: Paolo Crepet, Anna Oliviero Ferraris, Michele Carruba e Maria Rita Parsi sono solo alcune delle personalità che si confronteranno con temi delicati quali l’obesità e il disagio giovanile, l’uso e l’abuso di internet tra i più piccini e l’integrazione culturale nelle scuole. Gli incontri si alterneranno in un serratissimo calendario che culminerà il 20 novembre con la testimonianza dell’Iraniana Shirin Ebadi, Nobel per la Pace 2003, in occasione della Giornata Mondiale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La Ebadi, da sempre impegnata nella lotta contro le violazioni dei diritti umani – nel suo paese come nel resto del mondo – è in prima linea nella difesa dei diritti dei bambini ed è stata, tra l’altro, anche socia fondatrice della Society for Protecting the Child’s Rights.

Ma non è tutto: in linea con l’impegno profuso nella promozione dei Diritti all’Infanzia, Children’s Pride si offre come vetrina per Associazioni, Enti e Organizzazioni che hanno fatto della tutela dei bambini la loro missione. “Inseguo questo progetto da molti anni – chiosa del Freo – nella convinzione che i bambini siano la nostra priorità sempre e comunque.” E nella speranza che i grandi – e i Grandi – imparino a rispettare quotidianamente e con i fatti la Convezione ONU.

A Children’s Pride entrerà gratis chiunque ha meno di 12 anni, mentre gli adulti pagano un ingresso di 9 euro ma anche per loro giochi, attività e spettacoli sono gratuiti. I biglietti sono validi per l’intera giornata ed all’interno dello spazio sono attrezzati punti ristoro e servizi, come una nursery con fasciatoi, seggioloni e scalda pappa, a misura del bambino e della sua famiglia.

L’Evento è aperto da venerdì 18 novembre a domenica 20 novembre dalle 10.00 alle 19.00 con orario continuato. Children’s Pride si svolge a Carrara (MS), presso il polo fieristico di CarraraFiere, situato tra mare ed Alpi Apuane ad un passo dalla Versilia. La Direzione artistica è di Sonia Del Freo, la comunicazione è affidata ad Altrieventi Srl. Il progetto ha il patrocinio del Comune di Carrara, della Provincia di Massa Carrara, della Regione Toscana e di Banca Popolare Etica. Sono partner dell’iniziativa le società Bassilichi, CarraraFiere, Codex, Dino Bikes, Giomais, Giotto, Giunti, Joy Project, I Gigli, LavMetal, Lego, Mabef, Masters of Magic, Quercetti, TTN-Tele Toscana Nord, Radio Bruno

Per informazioni:
http://www.childrenspride.it/

Topics:

I più popolari su intoscana