Attualità/

Emergenze, soccorso a due ruote Motociclisti per la Protezione Civile

Firmata all’Autodromo del Mugello un’intesa tra la FMI e le Misericordie della Toscana che istituisce corsi per volontari motociclisti della Protezione Civile

Soccorso misericordie

Un soccorso che potrà arrivare anche a due ruote (motrici). Durante il weekend di motomondiale che si è svolto in Mugello è stata sottoscritta – proprio all’interno della sala conferenze dell’Autodromo – l’intesa che sancisce la nascita di corsi di formazione rivolti ai motociclisti che vorranno far parte del nuovo Corpo di operatori volontari della Protezione Civile.

Il Protocollo – firmato dalla Federazione Motociclistica Italiana (FMI), il Corpo Forestale dello Stato e la Federazione Regionale delle Misericordie della Toscana – prevede dei percorsi in cui i partecipanti riceveranno nozioni di tecnica e di primo soccorso, con l’obiettivo di acquisire competenze specifiche di primo intervento, ma anche sulla prevenzione anti incendio, la ricerca dei dispersi e controllo del territorio.

“Per la FMI la firma del Protocollo rappresenta un punto di arrivo ma anche di partenza – ha spiegato il Presidente della FMI, Paolo Sesti – Da oggi cominceremo a formare appassionati pronti a collaborare con la protezione civile. Le premesse sono ottime e credo addirittura che dovremo frenare l’entusiasmo dei motociclisti, che dovranno eseguire interventi con grande competenza”.

Il supporto del nuovo “corpo” motociclistico potrà infatti essere di supporto e soprattutto potranno essere determinanti in situazioni di criticità dove i mezzi a due ruote avranno una maggiore facilità di accesso a luoghi difficilmente raggiungibili da altri mezzi.

Ti potrebbe interessare anche :

Al via a Firenze “Codice Ictus” per intervenire meglio sui pazienti

Terremoto in Nepal: già trecento pazienti soccorsi dai medici di Pisa

Regione Toscana, ricerca al “centro” 103 milioni di euro per la salute

I più popolari su intoscana