Ambiente/

Energie rinnovabili da record in Toscana: è boom per la geotermia

La produzione del 2015 è stata la più alta di sempre negli oltre cento anni di storia della geotermia toscana: oggi sono attive 34 centrali

Non si arresta la corsa green della geotermia toscana che apre quest’anno con un nuovo record assoluto: secondo i dati ufficiali appena arrivati, nel 2015 le 34 centrali geotermiche attive sul territorio hanno fatto registrare una produzione di 5.820 Gwh, il dato più alto di sempre negli oltre cento anni di sfruttamento dell’energia geotermica nella nostra regione.

Il nuovo record di produzione segnato da Enel Green Power, in aumento di quasi 300 GWh rispetto al 2014, è stato possibile grazie all’entrata in esercizio di Bagnore 4, all’ottimizzazione tecnologica degli impianti la cui efficienza impiantistica è stata superiore al 98% e alla disponibilità dei pozzi minerari gestiti nell’ottica di una coltivazione geotermica attenta all’ambiente. Si tratta di un risultato storico, segno della rinnovabilità della risorsa che non si esaurisce con il passare degli anni ma che, se ben gestita attraverso la reiniezione delle acque in uscita e l’innovazione tecnologica, cresce in termini di disponibilità e di resa mantenendosi in equilibrio con l’ambiente.

I quasi 6 miliardi di KWh prodotti in Toscana corrispondono al consumo medio annuo di circa due milioni di famiglie e forniscono calore utile a riscaldare 9.700 utenti privati, ma anche aziende, serre, caseifici. A Larderello e in Toscana Enel Green Power gestisce il più antico complesso geotermico del mondo e detiene il know how della geotermia che esporta in tutto il pianeta. Delle 34 centrali toscane, 16 sono in provincia di Pisa, 9 sono in quella di Siena e 9 a Grosseto.

I più popolari su intoscana