Ambiente/

Expo Rurale alla Fortezza Innovazione in agricoltura

L’innovazione in agricoltura. In vista un accordo tra la Toscana e la Bulgaria. Fino al prossimo 15 settembre a Firenze 300 eventi, 72 degustazioni, 123 laboratori, 160 imprese

expo rurale

"La Toscana non è nostalgia, o almeno non solo. La Toscana è una regione che sa fare innovazione e investimenti, che sa mettere insieme il mondo della ricerca e quello della produzione agricola. Dopo il grande patrimonio che la Toscana ha saputo dare al mondo nella sua storia, e che è culminato con il Rinascimento, oggi la Toscana è pronta per dare un altro contributo importante per il futuro dell’umanità, e questo contributo possiamo darlo in termini di innovazione applicata all’agricoltura. Noi andremo avanti con determinazione su questa strada e riusciremo a sconfiggere l’idea imperante nell’immaginario collettivo che rappresenta la Toscana in termini di nostalgia verso un passato che non c’è più. Un passato che oggi è rappresentato da oltre 500 prodotti tradizionali, che fanno parte del nostro patrimonio, che sono importanti, ma noi oggi sappiamo andare ben oltre." Così l‘assessore Gianni Salvadori ha portato il suo contributo al convegno "Innovazione in agricoltura" che si è tenuto durante Expo Rurale. Il convegno è stata l’occasione per presentare i risultati dei progetti, molti dei quali conclusi e altri in fase di realizzazione, sull’innovazione in agricoltura, realizzati da enti di ricerca e imprese, grazie ai finanziamenti della Regione Toscana.

Tra il 2010 e il 2012 la Regione ha erogato, attraverso un sistema di bandi, finanziamenti per oltre 20 milioni di euro per favorire l’innovazione applicata all’agricoltura a 68 progetti per un totale di 235 beneficiari, tra imprese ed enti di ricerca. Tra i progetti finanziati spiccano in particolare quelli rivolti alla "nutriceutica", ovvero alla produzione di alimenti che grazie alle loro proprietà nutrizionali sono in grado di dare una mano alla salute. Fra i tanti progetti realizzati, le cui caratteristiche sono state illustrate dalle aziende e dai loro partner, c’è quello che riguarda il latte di asina (amiatina) da destinare all’alimentazione dei neonati, quello del pane proveniente da farine antiche con proprietà salutari, quello relativo alla produzione di un formaggio Pecorino Dop senza colesterolo, e poi altri ancora sull’olio extravergine di oliva, anch’esso con proprietà salutistiche, sulla qualità del latte del Mugello e sulla valorizzazione del latte di bufala della Maremma. Altri progetti riguardano invece il riuso, anche in funzione ambientale, di scarti di lavorazione delle olive (ad esempio nocciolino come ammendante per il florovivaismo), ma anche la tracciabilità elettronica delle viti e la viticoltura di precisione guidata dal satellite, la filiera corta per la produzione di aceto speciale da mosti di uva toscana, la meccanizzazione della raccolta di castagne sull’Amiata per renderla sicura ed economica e perfino un prototipo per la raccolta meccanica dei fagioli e la produzione di vasi biodegradabili di grandi dimensioni per il florovivaismo.

L’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Gianni Salvadori, ha incontrato ieri una delegazione del Governo della Bulgaria in visita a Expo Rurale. La delegazione era guidata dal viceministro per l’agricoltura e l’alimentazione della Repubblica Bulgara, Byurkan Abazov. Era presente anche il Capo di Gabinetto del Ministro, Kantcho Kantchev.
Il rappresentante del Governo bulgaro ha detto di aver apprezzato molto Expo Rurale e ha definito di grande interesse gli incontri avuti con rappresentanti istituzionali, a cominciare dagli uffici della Regione e di Artea (l’organismo pagatore della Regione per gli interventi in agricoltura) e con quelli delle associazioni di produttori della Toscana.
All’assessore Salvadori la delegazione Bulgara ha rivolto la proposta di un accordo di collaborazione fra Bulgaria e Toscana (eventualmente anche con una Regione della Bulgaria).
"Per noi – ha detto il viceministro – la vostra esperienza è preziosa e vorremmo ripeterla nella nostra realtà" . Salvadori ha accolto di buon grado la proposta del viceministro bulgaro. Una Regione della Bulgaria potrebbe, in questo contesto, entrare a far parte della rete delle Regioni Europee coordinata dalla Toscana, che oggi conta 27 Regioni di tutti i Paesi Europei.

Expo Rurale è allestita alla Fortezza da Basso di Firenze e resterà aperta fino a domenica 15 settembre. Oltre 300 eventi per tutti i gusti. Bambini all’opera per "salare le sardine" e mamme che imparano a fare la spesa. Ma le occasioni nella tre giorni di Expo Rurale sono davvero tante. Ci saranno infatti 384 espositori dei quali 160 saranno aziende agricole impegnate nei Mercati Contadini. 30 i workshop e/o seminari divulgativi, 123 tipi di laboratori, esibizioni e/o eventi di animazione replicati in continuazione per 698 possibilità di partecipazione. Di questi: 63 sono dedicati alle scolaresche (per 450 studenti) per 175 eventi specifici, 72 degustazioni guidate; 232 eventi organizzati dalle filiere, per un totale di 304 eventi.

Scopri tutto il programma su:
http://www.exporurale.it/

I più popolari su intoscana