Festa del Teatro di San Miniato

L'edizione di quest'anno, dal 2 al 24 luglio, è incentrata sui personaggi di donne. Anteprima assoluta il 18 luglio in piazza Duomo

E' incentrato su personaggi di donne l'edizione 2013 della Festa del Teatro di San Miniato (Pisa), organizzato dalla Fondazione Istituto Dramma Popolare, in programma dal 2 al 24 luglio. Una scelta quanto mai attuale che vede al centro lo spettacolo "L'ombra di Antigone", liberamente tratto da "La tomba di Antigone" di Maria Zambrano e messo in scena dal regista fiorentino Roberto Guicciardini.

Sarà questo lo spettacolo principale della rassegna che debutterà in anteprima assoluta il 18 luglio in piazza Duomo con repliche fino al 24 dello stesso mese. Nel cast di attori Fiorenza Brogi, Bob Marchese, Alice Spisa, Mattia Mariani, Silvia Nati, Antonio Silvia e Antonio Sposito. "La tomba di Antigone" è uno straordinario testo filosofico-poetico-teatrale del 1967, ed è una nuova lettura in chiave filosofica del personaggio sofocleo. Maria Zambrano, una delle voci più interessanti e coraggiose del Novecento, riprende infatti la figlia di Edipo là dove Sofocle l'abbandona, e discende con lei agli inferi, che sono anche gli inferni dell'anima, dei legami familiari e della città lacerata da una atroce guerra civile e dalla tirannia.

In cartellone, poi, altri spettacoli dedicati a figure femminili. Uno di questi é "Cercando un tetto a Dio", che racconta gli ultimi tre anni di vita di Etty Hillesum, una ragazza ebrea vissuta ad Amsterdam e morta ad Auschwitz nel 1943. In più "Miriàm", liberamente ispirato a "In nome della madre" e che narra la forza, la fragilità, l'allegria e il senso di solitudine della protagonista. E poi in programma ci sarà "L'amore crocifisso" (le parole ardenti di Angela da Foligno).

13/05/2013