Chianciano Terme, dalla Festa della musica alla Giostra del Saracino

Dal 24 al 28 luglio è in programma il festival musicale, che compie 20 anni. In programma anche la sfida tra contrade dell'antico gioco equestre. Il programma completo

Giunge alla 20esima edizione la Festa della Musica di Chianciano Terme (Siena), un festival caratterizzato da concerti a ingresso gratuito, stand gastronomici dedicati ai prodotti tipici toscani e cinque giorni di divertimento all’interno del Parco Fucoli. Quest'anno la festa si terrà da mercoledì 24 a domenica 28 luglio, nel consolidato contesto che vede il Palamontepaschi come il palco adatto per l’esibizione dei gruppi in cartellone.

Mercoledì 24 luglio, come ormai d'abitudine, si comincia con gli artisti a chilometro zero, per valorizzare le esperienze musicali locali. Aprono le danze i Fred-A-Sterro, un power trio composto da voce, basso e batteria; si prosegue poi con Splash, rapper della crew Toscana Sud, per chiudere con i Known Physics, band di genere crossover alternativo proveniente da Castiglione del Lago.

Giovedì 25 luglio l'headliner sarà Luchè, pseudonimo del rapper napoletano Luca Imprudente: ha iniziato la carriera come rapper e producer del duo napoletano CoSang, e lo scorso anno è uscito l’album della consacrazione “Potere”, certificato dal disco d’oro della FIMI.; prima di lui sul palco JM, cantautore umbro che presenta il primo album dal titolo “Uno”, mentre a chiudere la serata saranno gli Angry Roosters, un duo che unisce suoni psichedelici vibranti a percussioni tribali

Venerdì 26 luglio sarà la volta degli Osaka Flu, band di genere alternative/punk/garage originaria di Arezzo, per una serata che si promette scoppiettante, chiusa dal dj set di Dave En Nutarelli & Paul Menzies Mazzuoli che promette di far ballare tutto il Palamontepaschi. Piatto forte della serata, le sonorità dei francesi Deluxe, nati musicalmente a Aix-en-Provence, il quintetto ha saputo creare un groove che li ha portati all’apice del successo in Francia. Il loro stile è un misto di swing, hip hop, jazz e funk che promette di far divertire tutti.

Sabato 27 luglio riflettori accesi sui Sud Sound System, il gruppo salentino che da oltre vent'anni esporta raggamuffin e dancehall uniti a ballate di pizzica e tarantella. Prima di scatenarsi al ritmo delle atmosfere salentine, verremo introdotti dalle sonorità stoner rock della band folignate Il Gigante; a chiudere le danze DJ Delta, uno dei più famosi deejay dello stivale per il genere hip hop, trap e dancehall.

Domenica 28 luglio la serata finale sarà affidata al Grupo Compay Segundo de Buena Vista Social Club: nati nel 1996 per riportare in auge la musica popolare pre-rivoluzione di Cuba, prendevano il nome dallo storico locale per concerti dal vivo all’Avana. Gli eredi del gruppo sono pronti a farvi danzare sulle note esotiche dei bar isolani e farvi assaporare l’atmosfera focosa di Cuba. Assieme a loro, il gradito ritorno dei SuRealistas, la band italo-argentina che ha già fatto ballare Chianciano Terme nella giornata di Pasqua attraverso i loro ritmi latino-americani.

La Festa della Musica celebra quest’anno la ventesima edizione. È interamente organizzata dall’associazione culturale Comitato Chiancianese E20 e ha sempre puntato sull’elevata qualità dell’offerta musicale, rigorosamente a ingresso gratuito. Lo scorso anno il festival ha coinvolto oltre 200 volontari, ha fatto esibire circa 100 artisti e ha fatto registrare 13mila presenze complessive in 5 giorni di manifestazione. Numeri che certificano il buon lavoro svolto nel corso degli anni, e che il comitato E20 punta a migliorare con l’edizione 2019.

Non solo Festa della Musica a Chianciano, che presenta anche la "Giostra del Saracino", il gioco equestre che si svolge ogni ferragosto e che l’anno scorso ha festeggiato i 500 anni dalle prime testimonianze. Nella sua forma moderna, la manifestazione vede la sfida tra cinque contrade cittadine e si svolge appunto in due diverse edizioni, domenica 14 luglio e il 15 agosto.

66398628_10157356757954402_1218791854657503232_o

«Due iniziative ben diverse tra loro ma ugualmente capaci di raccontare la dinamicità culturale, sociale e storica della Valdichiana. Chianciano Terme vede arrivare a 20 anni l’appuntamento con la musica grazie alla dedizione dell’associazionismo dei volontari» spiega il consigliere regionale Stefano Scaramelli, che alla presentazione era affiancato dal consigliere Simone Bezzini e dal presidente dell’Assemblea toscana Eugenio Giani. «Mentre Sarteano mostra ancora una volta la propria vitalità culturale e sociale grazie alla passione delle contrade, che danno vita ad una rappresentazione storica che incarna l’identità della Toscana tutta».

13/07/2019