Festival dei luoghi medievali a Pistoia, tra folklore e rievocazione

Ci saranno ben 15 gruppi storici e 500 figuranti per la tre giorni di kermesse che coinvolgerà 14 Comuni 'medievali' della Toscana

Il turismo storico e rievocativo riparte dalla Pistoia "medievale", che dal 28 al 30 settembre proprone il ritorno del "Festival dei luoghi medievali". L'iniziativa, ideata e coordinata da Associazione MusiKé insieme al Comune, assume una nuova veste e adotta un format che punta alla promo-commercializzazione di quei Comuni dalla forte "identità medievale". Il potenziale sviluppo turistico di itinerari tematici che toccano piccole città d'arte e borghi caratterizzati dalla presenza di attrattive di origine (e feeling) medievale sarà argomento di approfondimento da parte di Enit, che interverrà alla presentazione con un delegato responsabile degli Studi statistici e ricerche.

La tre giorni sarà suddivisa per aree di approfondimento: primo giorno "istituzionale", un secondo "promo-commerciale", terzo "tradizionale". La prima giornata, quella di venerdì 28 settembre, vedrà la partecipazione dei delegati delle amministrazioni comunali, che saranno accolti dalle istituzioni locali e regionali durante una cerimonia inaugurale. In particolare, saranno presenti 18 comuni suddivisi su 5 regioni, di cui 14 della regione Toscana. Per la Toscana parteciperanno Chiusi, Fosdinovo, Casola in Lunigiana, Gallicano, Fabbriche di Vergemoli, Montepulciano, Monteriggioni, San Gimignano, Vinci, Volterra, Massa Marittima, Pescia, Fivizzano, Serravalle Pistoiese.

Nella seconda giornata (sabato 29 settembre) i lavori proseguiranno con un workshop sul turismo medievale, durante il quale i delegati comunali presenteranno le loro attrattive e manifestazioni storiche di maggiore interesse di fronte a giornalisti di settore. Al tavolo di lavoro anche Medieval Italy, società di destination management che proporrà case histories su alcune destinazioni medievali italiane e soluzioni per un'offerta web mirata.

Il workshop lascerà il posto al meeting dell'Associazione nazionale Comuni Luoghi del Medioevo, sodalizio delle amministrazioni comunali a forte identità medievale che dal 2013 ad oggi conta 14 associati, per una definizione e condivisione dell'attività programmatica 2019.

Nella terza e ultima giornata (domenica 30 settembre) il Festival dei luoghi medievali si presenterà al pubblico con un tuffo nelle tradizioni e nella storia: ben 15 gruppi storici e 500 figuranti animeranno le strade della città con un lungo e colorato corteggio che culminerà in Piazza Duomo con una rassegna di tutte le delegazioni partecipanti e un'esibizione corale degli sbandieratori di Pistoia, Volterra, Pescia e Fivizzano. Tra i gruppi storici ospiti della manifestazione ci saranno la Compagnia d'Arme Santaccio da Pistoia di Chiusi, le contrade e le compagnie degli sbandieratori e dei balestrieri di Volterra, i rioni di Pescia, gli sbandieratori di Fivizzano e l'associazione Agresto di Monteriggioni.

26/09/2018