Flora, un paradiso verde a Firenze Ecco la "porta fiorita" di Expo 2015

Al Parco delle Cascine dal 30 aprile all'11 maggio la natura diventa arte con milioni di piante, fiori, collezioni botaniche e design floreale

 

Sarà l'Ippodromo delle Mulina, al Parco delle Cascine, ad ospitare Flora, la kermesse scenografica che realizzerà nel paradiso verde di Firenze un percorso di circa 5 km su 120 mila mq fatto di giardini, fiori, piante, spazi dedicati al design floreale d'autore curato da circa 400 aziende.  

Così Firenze, culla del Giardino all’Italiana, espressione sublime di un ideale filosofico nel rapporto uomo-natura, nonché madre con la Corte Medicea del collezionismo botanico, torna ad essere regina del verde e dei fiori, dal 30 aprile all'11 maggio, giorni in cui si terrà la manifestazione. 

Già nell’Ottocento Firenze inaugurò, per volontà dei Savoia, la prima vera manifestazione in cui arte visuale e florovivaismo vennero celebrate insieme, come espressione di bellezza, inventando così il concetto stesso di Floralies. Per iniziativa della Società Toscana di Orticultura, costola della prestigiosa Accademia dei Georgofili, partner di FloraFirenze, migliaia di piante rare e all’epoca oltremodo esotiche, vennero esposte insieme ai maggiori artisti del momento, quali Telemaco Signorini, Giovanni Fattori e Giovanni Segantini. La mostra, variamente declinata, venne ripetuta nel 1911 e nel 1931.

Così, dopo più di un secolo, si torna a privilegiare e celebrare nel capoluogo toscano l’antica arte dell’allestimento del verde, eccellenza assoluta del nostro paese, proprio nell’anno di Expo Milano 2015, dedicata al nutrimento del pianeta e alla sostenibilità ambientale.

Il percorso di FloraFirenze alternerà aree aperte, come quella dedicata alla Land Art o al Golf, ad aree coperte in speciali padiglioni pensati appositamente per la ricostruzione di microclimi adatti a conservare al meglio i giardini qui presentati: con una superficie di 130 per 50 metri, in totale assenza di pilastri centrali, la principale area coperta di FloraFirenze competerà con le più innovative e monumentali strutture di questo genere in tutto il mondo.

Il Tropico, il Deserto, il Giardino Sardo, l’Arte dei Bonsai, il Giardino all’Italiana, il Mediterraneo, il Padiglione Collezioni, quello dedicato al Matrimonio saranno fra i temi di maggiore impatto architettonico, artistico e scenografico del lunghissimo percorso.

“La nostra città è orgogliosa di ospitare FloraFirenze 2015, l’importante evento internazionale di fiori e piante che vedrà esposte le eccellenze del florovivaismo e del design made in Italy - ha sottolineato il sindaco Dario Nardella - Infatti Firenze, che ha come simbolo proprio un fiore, il giglio, è straordinariamente ricca di parchi antichi e giardini storici preziosi,  ed è lo scenario ideale per l’evento fiorito che trasforma la città nella porta verde dell’Expo di Milano". 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Riapre il Parco Romantico della Regina un orto botanico da 50 ettari

Treno dei Sapori: viaggio a vapore nelle Terre di Arezzo

Gli umani di Antony Gormley popolano Forte Belvedere

24/04/2015