Viaggi/

Giornate FAI d’Autunno: torna la “caccia al tesoro” delle bellezze toscane

Il 17 e 18 ottobre e il 24 e 25 ottobre due weekend per riscoprire le meraviglie nascoste della nostra regione

La Certosa di Calci

Quest’anno l’appuntamento con le Giornate dei FAI si fa in quattro. Per permettere a tutti di visitare in sicurezza 1.000 luoghi straordinari del nostro Paese, il Fai ha deciso di raddoppiare le aperture su due weekend: 17 e 18 e 24 e 25 ottobre.

Come partecipare alle Giornate del FAI in sicurezza

Per garantire un sereno svolgimento delle giornate, dal 6 ottobre grazie a una donazione di 3 euro sarà possibile prenotare la propria visita sul sito www.giornatefai.it. La prenotazione, seppur fortemente consigliata, non è obbligatoria. E’ possibile anche iscriversi al FAI prima dell’evento e garantirsi così l’accesso alle aperture riservate agli iscritti FAI. Sarà comunque possibile iscriversi al FAI anche in piazza durante i weekend dell’evento. E’ necessario ovviamente seguire le regole anti-Covid: durante le visite è obbligatorio indossare la mascherina, mantenere la distanza di sicurezza e lavarsi le mani con gel disinfettante.

Tutti i luoghi da scoprire in Toscana

Moltissimi i luoghi da riscoprire grazie alle Giornate dei Fai in una vera e propria “caccia al tesoro”. A Firenze per la prima volta apre la Centrale termica della Stazione di Santa Maria Novella e apriranno anche la Fondazione Carlo Marchi e la Galleria Rinaldo Carnielo. In provincia a Campi Bisenzio saranno aperti il Museo delle Officine Galileo e a Sesto Fiorentino il giardino della villa barocca Guicciardini Corsi Salviati.

In lucchesia sarà aperto lo storico Teatrino di Vetriano a Pescaglia il più piccolo teatro pubblico del mondo. In Val d’Orcia visite guidate alla quercia delle Checche detta anche ‘quercia delle streghe’. A Massa visita al treno-ospedale Centoporte set del film “Il paziente inglese“. Non mancheranno ‘gioielli’ come la Certosa di Calci, il santuario di Romituzzo a Poggibonsi e Villa Guicciardini Sella a Cantagallo, in provincia di Prato.

Tutti i tour e le visite guidate

Le Giornate Fai d’autunno 2020 propongono anche alcuni tour: a Livorno una passeggiata tra il municipio e le gallerie della Fortezza Nuova, all’interno dei sotterranei normalmente chiusi al pubblico. A Pisa i volontari organizzano una passeggiata tra i luoghi amati di Leopardi nel centro città. Nel grossetano è in programma un itinerario sul colle più alto della Maremma, quello di Campagnatico, tra chiese e ville. Nel pistoiese visita al borgo di Larciano Castello e a Castagnoli Piteccio visita al primo borgo museo all’aperto d’Italia. Nel centro storico di Arezzo visita guidata alla scoperta degli aretini illustri.

L’elenco completo dei luoghi aperti

Sul sito della Giornate Fai d’autunno è possibile trovare l’elenco dei luoghi aperti in Toscana il 17, 18, 24 e 25 ottobre 2020 con la possibilità di prenotare la visita. Alcune location sono accessibili solo per un weekend.

 

I più popolari su intoscana