Cultura/

Gli Uffizi volano in Cina

Da Firenze in Cina 82 opere della collezione per un tour in cinque musei

Venere e Amore

Inaugura allo Shanghai Museum, il 10 marzo 2010, la prima tappa della mostra From the Collections of the Uffizi Gallery. The Genres of Painting: Landscape, Still Life & Portrait Paintings; un evento unico ed eccezionale che vedrà ben 82 opere della Galleria degli Uffizi esposte in cinque città e sedi museali cinesi per una durata complessiva di 18 mesi.

Il progetto nasce dalla collaborazione internazionale tra due società, una italiana – Contemporanea Progetti di Firenze – e una cinese – China Italy Museum League (Beijing) Culture Media Co.,Ltd. – entrambe specializzate nell’organizzazione di mostre itineranti ed eventi culturali, e si è potuto concretizzare grazie al fondamentale supporto di Mario Resca, Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale al MiBAC, di Cristina Acidini, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, e di Antonio Natali, Direttore della Galleria degli Uffizi e curatore della mostra.

L’esposizione vuole essere un’occasione di incontro e di scambio culturale tra i due popoli, ed un’opportunità per promuovere il patrimonio italiano in un paese nobile e ricco di tradizioni, come la Cina, da sempre affascinato ed incuriosito dalla cultura e dall’arte occidentale. “Il lungo viaggio di questi quadri è come un’ambasceria fiorentina e italiana in questo grande Paese, quale pegno per un futuro di scambi culturali – ma anche, e soprattutto, umani – sempre più intensi e fruttuosi”, dichiara Cristina Acidini.

Le 82 opere, selezionate in base al tema dei Generi della Pittura e suddivise in tre sezioni principali – Paesaggio, Natura morta e Ritratto – coprono un ampio arco temporale, che va dalla fine del XV secolo alla seconda metà del XX, delineando un percorso chiaro e approfondito che racconta l’espressione figurativa in Italia e in Europa in quei secoli, grazie anche al cospicuo numero di autori rappresentati in mostra, oltre 50. Fra i dipinti prescelti, tutti di altissimo pregio e tenore culturale, spiccano per notorietà l’Adorazione dei Magi del Botticelli, la Venere della pernice di Tiziano e la Leda e il cigno del Tintoretto. I visitatori cinesi avranno l’opportunità unica di ammirare, nel loro paese, opere di protagonisti dell’arte europea, italiana e fiorentina, tra i quali: Lorenzo di Credi, Guercino, Filippo Napoletano, Claude Lorrain, Francesco Albani, Canaletto, Gaspar van Wittel, Bartolomeo Bimbi, fino ad arrivare ai più recenti Giulio Aristide Sartorio e Giacomo Balla.
Le opere, tutti dipinti eccetto quattro commessi in pietre dure, e tutte provenienti dalla Galleria degli Uffizi, sono state appositamente scelte tra quelle conservate nella riserva del museo fiorentino, o nelle sale non facenti parte del percorso di visita del museo; a raggiungere quindi il duplice obiettivo di promuovere un patrimonio prezioso e nascosto, e di non privare i visitatori abituali della Galleria di nessuna opera preannunciata dai cataloghi del museo. Come spiega Antonio Natali “L’esposizione in Cina di opere dal XV al XX secolo arricchisce le relazioni internazionali fra gli Uffizi e i grandi musei stranieri e lo fa senza sacrificare i visitatori che vengono anche da molto lontano per vedere un patrimonio ovunque celebrato, giacché i dipinti che lasceranno Firenze (quantunque d’alto tenore poetico) sono tutti conservati in luoghi fuori dal circuito delle sale aperte al pubblico di ogni giorno”.

In occasione della mostra, numerosi sono stati gli interventi di conservazione, oltre ad alcuni restauri. La circostanza ha dato luogo ad un importante lavoro di ricerca; che ha portato anche a nuove attribuzioni, arricchendo di nuovi dati l’archivio della Soprintendenza. Inoltre è stata realizzata un’ampia campagna fotografica e di documentazione.

La mostra sarà inaugurata il 10 marzo 2010 a Shanghai, sede tra l’altro dell’Expo 2010, per poi continuare il viaggio in diverse città e province cinesi, Shenyang, Guangzhou, Chengdu, e quindi terminare nella capitale Pechino nell’estate del 2011. I musei che ospiteranno l’esposizione sono stati selezionati secondo indicazioni del Ministero della Cultura Cinese e si tratta di sedi prestigiose che abitualmente organizzano mostre temporanee di rilievo internazionale.
Nei giorni dell’inaugurazione della collana di mostre il Direttore Antonio Natali terrà una conferenza sulla Galleria degli Uffizi prima a Shanghai e poi a Pechino. Un altro momento importante che completa l’attività di promozione e di valorizzazione della cultura e dell’arte italiana, obbiettivo principale della mostra e delle iniziative correlate.

Informazioni:
“From the Collections of the Uffizi Gallery.
The Genres of Painting: Landscape, Still Life & Portrait Paintings”
SHANGHAI, Shanghai Museum, 10 marzo 2010 – 6 giugno 2010
SHENYANG, Liaoning Provincial Museum, 19 giugno 2010 – 19 settembre 2010
GUANGZHOU, Guangdong Museum of Art, 2 ottobre 2010 – 2 gennaio 2011
CHENGDU, Sichuan Museum, 15 gennaio 2011 – 17 aprile 2011
PECHINO, CAFA (Central Academy of Fine Arts) Art Museum, 2 maggio 2011 – 2 agosto 2011

Sito web della mostra:
www.uffizichina.com

Topics:

I più popolari su intoscana