Made in Toscana/

Green economy: nasce il Comitato tecnico del Polo tecnologico di Siena

Sarà coordinato dalla Provincia per aiutare le imprese nello sviluppo di progetti legati alle rinnovabili

energierinnovabili

Il Polo tecnologico e produttivo delle energie rinnovabili della Provincia di Siena prosegue l’azione di supporto alle imprese nello sviluppo di progetti innovativi nel campo della green economy. Nei giorni scorsi i sottoscrittori del protocollo d’intesa – siglato due anni fa da Regione Toscana, Provincia di Siena, Comune di Siena, Fondazione Monte dei Paschi, Banca Monte dei Paschi, Camera di Commercio, Sici Fondo Toscana Innovazione, Fises e Università di Siena – hanno deciso la costituzione di un Comitato tecnico che offra professionalità e una rete sinergica utile a rispondere in maniera efficace alle esigenze dei 17 progetti presentati nei mesi scorsi dopo l’avviso di interesse emanato dalla Provincia di Siena.
L’approccio adottato dalla Provincia di Siena è stato quello di far emergere le iniziative che le imprese stanno sviluppando per definire le esigenze specifiche del comparto produttivo e soddisfarle con il supporto degli attori che hanno sottoscritto il protocollo di intesa

Il Comitato tecnico sarà coordinato dalla Provincia di Siena con il project manager del Polo tecnologico e produttivo delle energie rinnovabili della Provincia di Siena, Adriano Pessina e sarà coadiuvato da qualificati rappresentanti delle istituzioni: Guido Tommei, per Sici; Davide Rossi, per Fises; Maria Laura Parisi, per l’Università degli studi di Siena; Rita Montagni, per il Settore Energia della Regione Toscana; Marco Paganini e Francesco Giardini, per la Banca Mps; Giovanni Bertolozzi, per il Comune di Siena; Luigi Sani, per la Fondazione Mps e Massimo Guasconi, per la Camera di Commercio.
La ricerca rappresenta un importante ambito di azione della Provincia di Siena, che attraverso il bando “Ricercatori in azienda”, ha finanziato le attività di dieci ricercatori, che, nel 2011, lavoreranno per completare lo sviluppo dei progetti presentati, passare alla produzione di tec-nologie e promuovere servizi innovativi. Nuove opportunità, poi, sono offerte dal Bando 2011, recentemente approvato. “Le risorse disponibili – commenta Orazio Figura, dirigente del Settore sviluppo economico della Provincia di Siena – ammontano a 768 mila euro. 200 mila saranno riservati a progetti di ricerca sviluppati in partnership con imprese e start-up, di primo insediamento, che intendano sviluppare investimenti nel settore delle tecnologie per le energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, mentre 100mila euro saranno messe a disposizione delle aziende del territorio provinciale attive nel campo delle tecnologie dell’informazione e dell’innovazione, Ict, e delle nanotecnologie. Lo scopo primario è preservare le specializzazioni produttive esistenti e, allo stesso tempo, favorire l’incontro tra ricerca di base e ricerca applicata per sviluppare sinergie e reti tra imprese, organismi di ricerca, centri di servizio e istituzioni pubbliche”.

La domanda di accesso al bando, gestito dall’Agenzia provinciale per lo sviluppo locale (Apslo), può essere presentata, fino al 31 dicembre 2011, direttamente agli uffici di Apslo, in località Salceto, 121 a Poggibonsi. Il bando è disponibile sui siti www.apslo.it e www.provincia.siena.it. Per ulteriori informazioni, è possibile scrivere agli indirizzi a.bucciarelli@apslo.it e r.pianigiani@apslo.it.

I più popolari su intoscana