Il 27 maggio ad Arezzo arriva il Gay Pride: festa ma anche riflessione

Partenza dalle 15.00 dal Passeggio del Prato nel parco adiacente a Piazza della Libertà e Fortezza Medicea e arrivo in Piazza Sant’Agostino

È "Orgoglio incontenibile" lo slogan della seconda edizione del Toscana Pride che si terrà quest'anno ad Arezzo sabato 27 maggio. Incontenibile come il diritto alla libertà, all’autodeterminazione, all’amore e alla felicità, come la voglia di esserci e contribuire al cambiamento. Il Pride toscano avrà l'onore di aprire la stagione dei Pride di tutta Italia. Quello di Arezzo è, infatti, il primo dell’Onda Pride che da Milano a Palermo invaderà l’Italia, portando in piazza l’orgoglio LGBTQI (lesbico, gay, bisex, trans, queer e intesex).

Sabato 27 maggio una grande e gioiosa parata attraverserà le vie del centro storico della città. La partenza è prevista alle ore 15.00 dal Passeggio del Prato (parco adiacente a Piazza della Libertà e Fortezza Medicea) e arrivo in Piazza Sant’Agostino alle 18.30 circa. Sarà una grande festa che coinvolgerà tutta la città ma anche un’occasione per tenere accesi i riflettori sull’omocausto ceceno e denunciare le terribili persecuzioni che stanno subendo le persone omosessuali in questa parte d’Europa. Sono attese migliaia di persone provenienti da tutta la regione e da tutta Italia che con la loro presenza daranno nuovo impulso alla battaglia per il riconoscimento dei diritti delle persone lgbtqia e delle famiglie arcobaleno e alla lotta all’omobitransfobia.

“Le ragioni che ci portano con “orgoglio incontenibile” a partecipare al Toscana Pride sono le stesse che ci hanno portato ad essere tra i soci fondatori della Rete nazionale Ready, il network delle pubbliche amministrazioni impegnate contro le discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale e dall'identità di genere ed a promuoverne l'adesione presso altre pubbliche amministrazioni toscane facendone in poco tempo raddoppiare il numero e coordinandone le iniziative - ha dichiarato Monica Barni vicepresidente della Regione Toscana - ad Arezzo si parlerà infatti di parità di diritti, di tutela ed autodeterminazione, di equo accesso al lavoro, del riconoscimento di tutti i legami affettivi e genitoriali, anche di educazione alle differenze e della laicità delle istituzioni”.

Il Toscana Pride è organizzato da una rete di 14 associazioni LGBTQI toscane: Agedo Toscana, Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno”, Arcigay Livorno “Libertà e Diritti”, Arcigay Siena “Movimento Pansessuale”, Arcilesbica Firenze, Arcilesbica Pisa-Livorno, Azione Gay e Lesbica Firenze, Consultorio TRANSgenere, Famiglie Arcobaleno Toscana, IREOS - Comunità Queer Autogestita Firenze, LuccAut, “Pinkriot” Arcigay Pisa, Polis Aperta e Rete Genitori Rainbow con il sostegno di Arci Toscana, CGIL Toscana, UISP regionale Toscana ma anche BistrOUT Arezzo e di 73 attività commerciali aretine che hanno aderito alle convenzioni della Toscana Pride Card. Media partner ufficiale è Radio EFFE. Sponsor tecnici Gadgets Factory, PromoBrace Italy e Fanbrush. 

Dopo la parata, la festa continuerà dalle 23.00 in poi al Karemaski (loc. Olmo n. 44) dove si terrà l'Official Pride Party, una serata disco da non perdere nella quale lo staff del Trash Party (TeneRondo, Juanita Figueira e Jonny Ganorzo) si unirà allo staff del WhyNot¿ con le performance di Nike e Saetta, Dj set di DEBS e Gabriele Milone e animazione della whynot crew per regalare a tutte e tutti una serata dalla favolosità incontenibile. Sarà attivo servizio di navetta gratuito per tutta la notte dal piazzale di fronte alla stazione al locale e viceversa. Karemaski è un circolo Arci pertanto l'ingresso è riservato ai soci Arci, Arcigay, Uisp o altre affiliate.

Per informazioni:
www.toscanapride.eu

Percorso Toscana Pride
Percorso Toscana Pride

25/05/2017