Il Butale: due intrepidi imprenditori innamorati della montagna

Un “sensibile” allevamento zootecnico tra le affascinanti alture di San Marcello Pistoiese

A Spignana, località immersa tra i suggestivi boschi di faggi, cerri ed abeti che circondano la Montagna Pistoiese, gli agricoltori Lorenza Castelli e Simone Giani hanno deciso di rivitalizzare il territorio al quale sono legati, non arrendendosi di fronte alle numerose difficoltà dettate dall’ambiente e dando vita ad un’impresa forte ed altamente competitiva.

Il Butale si colloca all’interno del comune di San Marcello Pistoiese, antico borgo dell’Appennino Tosco-Emiliano inserito nel cosiddetto Ecomuseo della Montagna Pistoiese, area comprendente una serie di itinerari, musei e percorsi didattici volti alla promozione delle realtà locali. L’azienda, distribuita su una superficie di circa 200 ettari, nasce nel 2000, quando la famiglia Castelli acquista il vecchio podere di Montaglioni, poi divenuto il fulcro dell’attività. Qualche anno più tardi, usufruendo dei fondi messi a disposizione dal Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013, i giovani titolari Lorenza e Simone hanno potuto investire sui propri sogni, realizzando un allevamento zootecnico di qualità e ristrutturando la proprietà a fini agrituristici. Complessivamente sono stati impiegati circa 560.000 €, quasi la metà dei quali stanziata a titolo di contributo dalla Regione Toscana.

Oltre agli animali destinati alla produzione di carne (bovini, suini ed ovini), la società agricola Il Butale alleva anche asini amiantini, cavalli Haflinger e cani di razza maremmana. Questa scelta, derivante soprattutto dalla grande passione di Simone, ha portato, dal punto di vista aziendale, a diversi vantaggi: primo tra tutti, la possibilità di offrire un’esperienza unica come il “turismo equestre”. A tutto ciò si aggiunge poi un’attraente ed ospitale struttura richiamante la tradizione montanara ed una prelibata cucina dai sapori sani e genuini.

Distintosi da sempre per la sua spiccata sensibilità verso i valori della preservazione del territorio e della sostenibilità ambientale, Il Butale ha impiegato anima e corpo nella valorizzazione dell’area montana in cui opera, avviando persino una convenzione con l’Ente Gestore della Bonifica del Comprensorio “Valle del Serchio” allo scopo di assumere mansioni di monitoraggio ed intervento su una parte del reticolo idraulico del luogo.

Stilando i piani per il futuro, Lorenza e Simone pensano principalmente a due cose: aprire un maneggio che arricchisca ulteriormente l’offerta aziendale e spingere la capacità ricettiva della struttura fino a cinque mesi annuali.

 

Per maggiori informazioni visitare il sito:

www.agriturismomontaglioni.com

01/04/2015

Il suggestivo paesaggio montano che circonda Il Butale
Il suggestivo paesaggio montano che circonda Il Butale