Made in Toscana/

Il futuro dei tessuti in scena a Pitti Filati

Oltre 100 brand alla Fortezza da Basso di Firenze con le tendenze per il 2014 tra tessuti leggerissimi e prodotti ecologici, mentre Vintage Selection alla Leopolda presenta tutte le curiosità della moda d’epoca

Tessuti leggerissimi e innovativi, che puntano sulle fibre naturali, dove anche il cashmere diventa estivo e la seta sfida quasi la legge di gravità: sono queste le nuove tendenze della filatura italiana protagoniste dell’edizione numero 72 di Pitti Filati, in scena fino a venerdì alla Fortezza da Basso di Firenze. Sono oltre cento i brand internazionali presenti al salone con le loro idee per l’estate 2014, pronti a sfidare la crisi conquistando i mercati esteri. Come? Investendo nelle nuove tecnologie e sperimentando.
Come ha fatto Lineapiù, la storica azienda di Prato che presenta in anteprima la nuova sala dell’archivio storico,
un vero e proprio museo della moda inaugurato lo scorso ottobre. Un anno d’oro per Lineapiù, che ha chiuso il 2012 con un fatturato di 8 milioni di euro esportando soprattutto in Europa, Usa e Giappone. “Sarebbe un successo confermare il fatturato dell’anno scorso anche per il 2013 – sottolinea il presidente Alessandro Bastaglia – in futuro credo che la Turchia sarà un mercato in forte espansione, sia a livello produttivo che di mercato".

LE NOVITA’ – Laboratorio di ricerca, Pitti Filati ha presentato un’istallazione dedicata alle feste popolari di tutto il mondo
, che ha messo insieme una collezione di tessuti coloratissimi utilizzati nei costumi tradizionali delle diverse culture. Tra i filati più originali, l’effetto carta di Di.Vé, ma anche il cardato caldo ma leggero come una piuma di Handknitting Lanecardate o il filo ecologico, riciclato dagli scarti della maglieria di cotone, lanciato da Filatura di Pollone, mentre la bottega Arteviva propone un ritorno alla tessitura manuale ed espone a Pitti un telaio come quelli di una volta, per tessuti all’insegna dell’eccellenza hand-made.

VINTAGE SELECTION – Anche quest’anno continua la sinergia tra Pitti Filati e Vintage Selection,
la mostra mercato della moda d’epoca che va in scena in questi giorni alla stazione Leopolda: un vero e proprio festival della cultura vintage che ospita anche una serie di fotografie d’antan dell’archivio di Pitti nella mostra I.LOVE.ARCHIVE3.
Tante le curiosità, dai parrucchieri pronti a realizzare sul momento un’acconciature anni Sessanta a Vintage Tours, che propone un giro per le strade della Toscana a bordo di una Vespa o di una Lambretta fino a Ub, bottega fiorentina che mette in vendita una adorabile carta da lettere vintage, per riscoprire il piacere di scrivere a mano i propri pensieri.

Topics:

I più popolari su intoscana