Il libri? "Parlano" giovane Liberfest al via a Firenze

di Ilaria Giannini

Ricco programma di eventi dal 30 maggio al 2 giugno: lettura sulla tramvia, incontri nelle scuole e ancora "Suonare con le parole". Guest star Daniela Morozzi

Incontri nelle scuole tra alunni e giovani scrittori toscani, libri distribuiti sulla tramvia, spettacoli, reading e lezioni nelle biblioteche dell'area fiorentina. Questo il ricchissimo programma della prima edizione di Liberfest - il festival del lettore da giovane - che si svolge al 30 maggio al 2 giugno tra Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino. Nato dall'esperienza ultradecennale di Libernauta, concorso letterario per under 20, la kermesse è curata da Scandicci Cultura, Comune di Scandicci, Comune di Firenze e Sdiaf in collaborazione e con il sostegno di un’ampia rete di soggetti pubblici e privati.
“Non si tratta di una vetrina di personaggi ma di un'iniziativa che mette al centro dell’attenzione il lettore da giovane, libero di leggere, libero di esprimersi” spiega Paola Zannoner, membro del comitato scientifico di Liberfest, insieme a Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3, Giorgio Van Straten e lo scrittore Enzo Fileno Carabba.

LETTURE IN TRAM - Il calendario è denso di eventi. Si inizia mercoledì 30 maggio con "Una tramvia chiamata desiderio", racconti da leggere nel tempo di un viaggio in tramvia fra Scandicci a Firenze. Gli studenti dell’area fiorentina, a seguito di un apposito bando, hanno selezionato 3 racconti di autori noti che sono stati stampati da Tram di Firenze in 15mila copie e saranno distribuiti gratuitamente alle fermate della tramvia da giovani volontari del festival durante tutta la durata della manifestazione.

SCRITTORI NELLE SCUOLE - Nel corso della prima mattinata l’incontro degli scrittori nelle scuole intitolato "11 giocatori in campo": una squadra di undici giovani scrittori under 40 “gioca” in contemporanea in altrettante scuole, le stesse dove qualche anno prima hanno studiato, per parlare del loro mestiere, di poetiche e del loro modo di guardare il mondo. Partecipano Simona Baldanzi, Cosimo Calamini, Laura Del Lama, Martino Ferro, Fabio Genovesi, Ilaria Giannini, Emiliano Gucci, Flavia Piccinni, Paola Presciuttini, Alessandro Raveggi, Vanni Santoni (Incontri coordinati da Enzo Fileno Carabba).

Nel pomeriggio, dalle 14,30 presso l’Auditorium di Sant’Apollonia di Firenze, si svolge il convegno "Identikit del lettore da giovane" intorno ai risultati di una indagine imponente – realizzata appositamente per Liberfest - sul modo di leggere dei giovani, per cui sono stati intervistati oltre mille adolescenti. Intervengono alcuni dei maggiori esperti italiani sull’argomento come Antonella Cilento, Giovanni Peresson, Mariastella Rasetti, Loredana Lipperini, Raffaello Avanzino, Angela Palamone e Teresa Megale.

Giovedì 31 maggio "Sì, viaggiare (cosa mettere in valigia)" al cinema Odeon di Firenze. Folco Terzani (figlio di Tiziano e autore di un recente reportage sulle sue esperienze di viaggiatore dell’anima) insieme a Marco Coppola (un giovanissimo fiorentino “traveller globale” di ritorno da un campo palestinese) e all’antropologo Marco Aime (tra i maggiori studiosi del meticciato culturale in atto nei nostri Paesi) raccontano la loro inquietudine e ansia di viaggiare (e come queste siano alimentate dalle letture fatte) stilando una personale mappa emotiva da confrontare con quella dei giovani presenti in sala.
Nel pomeriggio le produzioni culturali escono dalle scuole superiori (viste come fabbriche di saperi) e contaminano la città. Nel Salone Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi a conclusione del progetto "Ragazzi di classe", che ha accompagnato il passaggio di giovanissimi dalla scrittura al cinema, viene proiettato in anteprima il corto "Storia di un ragazzo e della strana agenda che trovò" con Niccolò Gentili, Alessia Santini, Stefano Martinelli e con la partecipazione di Alessandro Paci.

STEFANO MASSINI E SAVONAROLA - In serata alle 21,30 da non perdere la lettura/spettacolo "Indignati", che si terrà in Piazza della Murate a Firenze, tratto dal testo di Stefano Massini, che ha rileaborato alcune prediche di Savonarola, che saranno lette da quattro religiosi impegnati con coerenza e radicalità su tematiche sociali: don Alessandro Santoro, don Fabio Masi, don Andrea Bigalli e suor Stefania Baldini. Per l’occasione sarà presentato il libretto con il testo dello spettacolo e l’introduzione di don Andrea Gallo (di Edizioni Piagge) il cui ricavato sosterrà l’inserimento socio-lavorativo di un detenuto di Sollicciano.

DANIELA MOROZZI IN "SUONARE LE PAROLE" - Venerdì 1 giugno dalle ore 10,30 al Teatro Studio di Scandicci “Suonare le parole” una lezione/spettacolo appositamente creata per il festival dall'attrice Daniela Morozzi
, da Valerio Nardoni (traduttore e scrittore) e il sassofonista Stefano “Cocco” Cantini: un invito ad entrare nelle trasformazioni emotive e di senso che la buona lettura produce.

PIERO ANGELA A LIBERNAUTA -
Nel pomeriggio di venerdì 1 giugno la conclusione del XII° concorso Libernauta: 500 ragazzi vengono premiati dalle autorità locali e dagli sponsor del progetto per la loro “resistenza di lettori” nella prestigiosa sede del Salone dei 500 all’ombra di Leonardo. Giorgio Van Straten nell'occasione intervisterà intervista Piero Angela.

LIBERPARTY E NOTTEREP- Immediatamente dopo tutti al Caffè Letterario delle Murate di Firenze per LiberParty, dove viene presentato dal vivo il cd del network La Scena Muta, con musiche ispirate a testi letterari, da Boris Vian a Dino Campana.
Infine, nella notte fra l’1 e il 2 giugno, arriva NotteRep (nel senso di Repubblica), un tempo da trascorrere nelle Biblioteche dell'area (Oblate e Bibliotecanova di Firenze, la Biblioteca di Scandicci, la Biblioteca di Sesto Fiorentino): concerti, reading letterari, proiezioni, discussioni con scrittori accompagnati dalla colonna sonora del network artistico La Scena Muta.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Per informazioni e programma completo: http://www.libernauta.it/

30/05/2012