Ambiente/

In missione per salvare le tartarughe marine: cercasi “Tartawatcher” in Versilia

Legambiente cerca volontari disposti a perlustrare la costa e a delimitare le aree interessate da nidi o da tracce che testimoniano la presenza di questi splendidi animali

L’obiettivo è salvare le tartarughe marine, difenderle da attacchi e da vandali. Legambiente Versilia cerca “Tartawatcher”, ossia volontari che questa estate sono disposti a rinunciare a un po’ delle loro vacanze per una nobile causa.

I volontari dovranno mettersi alla ricerca di nidi o tracce sulle spiagge libere del Parco Migliarino San Rossore, perlustrando la Lecciona dalla fine dei bagni della Marina di Levante a Viareggio fino all’inizio dei bagni di Torre del Lago, comprendendo anche il tratto di spiaggia del “muraglione” – quella davanti la diga foranea in darsena, per intendersi –  ed il tratto che va dal Frau Marlene alla foce della Bufalina a Torre del Lago.

Cosa fare quando si trovano delle tracce?

Tutte le attività si svolgeranno la mattina presto, a partire dalle 6. Ma cosa si deve fare quando si trovano tracce che testimoniano la presenza di uova. Il protocollo è preciso: i volontari avvertire la guardia costiera dando informazioni precise sul luogo, poi dovranno delimitare il perimetro, ma senza infilare bastoni od altro nella sabbia per non danneggiare le uova e poi avvisare Legambiente.

Per chi volesse far parte di questa squadra di avvistamento e tutela può contattare direttamente Legambiente al  3899231999 indicando le disponibilità

 

I più popolari su intoscana