Cultura/

Inverno d’arte: tutte le mostre

Una stagione ricca di eventi e iniziative in Toscana

Teschio Hirst

Ecco il cartellone di tutte le mostre in Toscana. Un viaggio affascinante tra tradizione e arte contemporanea.

FIRENZE
Al Museo Nazionale del Bargello si tiene l’ultima mostra del ciclo “Firenze un anno ad arte”: “Giovanfrancesco Rustici I grandi bronzi del Battistero. Rustici e Leonardo” in mostra fino al 10 gennaio 2011. La prima mostra che viene dedicata a Giovanfrancesco Rustici, scultore nato nel 1475 a Firenze, formatosi nel celebre Giardino di San Marco sotto la protezione di Lorenzo il Magnifico, erede della lezione delle botteghe di Andrea del Verrocchio e Benedetto da Maiano. Punto focale della mostra è il capolavoro del Rustici, la Predica del Battista, gruppo scultoreo di tre grandiose figure in bronzo alla cui progettazione e realizzazione partecipò Leonardo da Vinci.
Tre importanti mostre si svolgono nella cornice di Palazzo Strozzi a Firenze. “Bronzino pittore e poeta alla corte del medici”, la mostra riunisce oltre 60 opere del pittore simbolo dello splendore e della bellezza del ‘500. Alla Strozzina, spazio dedicato all’arte contemporanea in mostra “Ritratti del potere. Volti e meccanismo dell’autorità” . Nel cortile interno il grande cubo specchiante di Michelangelo Pistoletto. Le tre mostre chiuderanno tutte il 23 gennaio 2011.
A ottobre tornano anche gli Open Studios a cura del Centro di Cultura Contemporanea La Strozzina di Firenze. Dopo il successo del primo ciclo, ritornano le visite gratuite agli studi di artisti che lavorano nelle province di Firenze, Prato, Pistoia, Pisa e Siena. Open Studios offre la possibilità di gettare uno sguardo sulla produzione artistica della Toscana, delineando un panorama differenziato di linguaggi che comprende pittura, scultura, fotografia, installazione, video, performance e ricerche in ambito musicale e sonoro. Sono stati coinvolti nel progetto i seguenti artisti: Firenze: Giacomo Costa, Luciana Majoni, Ongakuaw a.k.a. Andrea Ferrara, Olga Pavlenko, Robert Pettena; Prato: Raffaele Di Vaia, Kinkaleri, Giovanni Ozzola, Stefano Tondo; Pistoia: Andrea Lunardi, Addo Lodovico Trinci; Pisa: Cristian Biasci, Ursula Ferrara, Andrea Santarlasci, Caterina Sbrana; Siena: Francesco Carone, Bernardo Giorgi, Eugenia Vanni.
Un grande pittore toscana è celebrato dalla mostra "Annigoni e il Novecento. La scoperta del Seicento": dal 20 novembre 2010 al 27 marzo 2011 a Villa Bardini, Firenze. Il progetto proposto dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze intende valorizzare un capitolo della storia dell’arte cittadina fiorentina tutta da riscoprire. L’esposizione infatti indaga e mostra l’ambiente culturale fiorentino al tempo della formazione di Annigoni.
Al Gabinetto stampe e disegni di Firenze "Giulia Napoleone 102 opere grafiche donate dall’artista". Fino al 9 gennaio 2011.
A Palazzo Pitti tre mostre importanti: "Antonio Ligabue. Ruggito. La lotta per la vita". In esposizione scene raffiguranti animali e una serie di autoritratti dell’autore. Fino al 16 gennaio. Continua "Caravaggio e caravaggeschi a Firenze". Fino al 9 gennaio.
Al Museo degli Argenti. "Vinum nostrum". Dalla Mesopotamia alle tavole odierne, da rito di comunione a ebbrezza da evitare, da culto da respingere a porta di accesso alla spiritualità, il vino e la vite sono protagonisti della mostra. Reperti originali, sculture, affreschi e mosaici accompagnati da apparati multimediali e video per raccontare la storia del vino. Fino al 30 aprile 2011.
Al Museo Alinari della Fotografia. "Camera Work. L’opera di Stieglitz, Steichen e Strand tra Europa e America". Mostra dedicata alla storia della più importante e famosa rivista fotografica statunitense. Presentati al pubblico i 50 fascicoli originali della preziosa rivista proveniente da una collezione privata conservata nelle raccolte Museali della Fratelli Alinari. Si tratta di una delle rarissime copie "complete" al mondo: l’opera, finora, è stata sempre esposta solo in modo frammentario. Fino al 9 gennaio.
A Villa Romana. "Eran Shaerf. A Witness Unsummoned". In anteprima esclusiva a Firenze, videoinstallazione dell’artista israeliano, dedicata ad una rivisitazione in chiave attuale-simbolica-ironica della fiaba di Pinocchio. Dal 9 novembre al 17 dicembre.
All’EX3, Centro per l’arte contemporanea di Firenze inaugura mercoledì 17 novembre 2011 Onomatopoeia part I, prima mostra di Charles Avery in uno spazio pubblico in Italia, realizzata in collaborazione con Frac Île de France/Le Plateau di Parigi e Kunstverein di Hannover. Artista scozzese, nato nel 1973, Charles Avery vive e lavora a Londra. Dal 2004 si dedica ad un unico progetto: The Islanders. Attraverso testi, disegni, installazioni e sculture, The Islanders descrive la vita su un’isola immaginaria, dotata di una sua geografia, una sua flora, una sua fauna. Un esploratore conduce lo spettatore alla scoperta dei segreti dell’isola, dei suoi abitanti e delle leggi particolari che la governano. In mostra fino al 9 gennaio 2011.
“For the Love of God”, il teschio tempestato di diamanti opera dell’artista inglese Damien Hirst diventato leggendario da quando venne esposto per la prima volta nel 2007, verrà esposto a Palazzo Vecchio, a Firenze, dal 26 novembre 2010 al primo maggio 2011.
Alle Reali Poste degli Uffizi torna dal 17 dicembre 2010 al 30 gennaio 2011 l’appuntamento natalizio con "I mai visti" che ha deddicato la sua decima edizione alluniverso artistico femminile. "Autoritratte. Artiste dal capriccioso e destrissimo ingegno" ospita 60 opere divise tra artiste "storiche" (dalla Tintoretta a Lavinia Fontana, Rosalba Carriera o Elisabeth Vigée Le Brun fino alle meno note Marianna Waldstein, Irene Parenti Duclos, Therese Schwartze Van Duyl, Elza Ransonnet Villez, Marie Collart Henrotin; ma anche Merret Oppenheim, Marie Laurencin, Kathe Kollowitz, Elisabeth Chaplin, Olga Carol Rama) e ben 20 nuove acquisizioni: Carla Accardi, Jenny Holzer, Vanessa Beecroft, Niki De Saint Phalle, Patti Smith, Francesca Woodmann, Ketty La Rocca, Alison Watt, Lynne Curran, Berline de Bruyckere, Nadia Berkani, Antonella Bussanich, Yayoi Kusama, Marilù Eustachio, Lucia Marcucci, Mirella Bentivoglio, Elisa Montessori, Tinca Stegovec, Giosetta Fioroni, Esther Ferrer.
In provincia di Firenze Figline Valdarno per la seconda volta protagonista di un grande allestimento pittorico: “Arte a Figline. Dal maestro della Maddalena a Masaccio”. Dal 16 ottobre al 16 gennaio a Palazzo Pretorio. Mentre all’Impruneta l’Antica fornace Ugo Poggi ospita "Alan Sonfist. Birth by Spear". Installazione ambientale dell’artista paesaggistico statunitense.

PRATO
Due mostre al Museo Pecci: "Thom Puckey – Jan Van Der Ploeg. The Prato Project". Doppia mostra personale congiunta, con sculture in marmo (Puckey) ed installazioni (Van Der Ploeg), promossa da Regione Toscana e Comune di Prato in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia. Fino al 9 gennaio 2011. "Michael Lin. The colour is bright, the beauty is generous". L’artista realizzerà una grande pittura murale che occuperà tre sale del Museo e che partirà dall’installazione creata da David Tremlett (attualmente nella collezione del Centro ma ricostruita per l’occasione) mentre il pavimento della sala nove sarà interamente occupato da una pittura con particolari motivi floreali. Fino al 13 febbraio 2011.

SIENA
Due esposizioni al Complesso museale di Santa Maria della Scala.
"Capolavori e Restauri del Comune di Siena e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena". La mostra presenta numerose opere d’arte del Comune di Siena appositamente restaurate. Fino al 9 gennaio 2011.
"Architettura nelle terre di Siena. La prima metà del Novecento". Rassegna documentaria: dall’eclettismo al liberty, dal novecento al decò, dal razionalismo allo stile littorio, un viaggio alla scoperta degli interventi architettonici che nella prima metà del secolo scorso dialogarono con le terre di Siena. Fino al 17 novembre.

PISA
Al Palazzo d’Arte e Cultura "Joan Mirò. I miti del Mediterraneo". Circa 110 opere tra dipinti, illustrazioni e sculture dedicate dall’ artista catalano al tema del rapporto tra mito, poesia, sogno e realtà. Fino al 23 gennaio 2011.
La Vespa, in oltre 60 anni, ha “recitato” da co-protagonista in innumerevoli film famosi. Sarà protagonista della mostra “La Vespa e il cinema”, organizzata dalla Fondazione Piaggio e dal Centro Multimediale del Cinema, dal 5 novembre 2010 al 15 gennaio 2011, al Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli” di Pontedera.

PISTOIA
A Palazzo Fabroni, Pistoia dal 13 novembre 2010 al 30 gennaio 2011, “Viaggio in Italia sguardi internazionali sull’Italia contemporanea”. Un progetto espositivo che intende proporsi come un momento di riflessione sull’identità dell’Italia contemporanea colta attraverso le opere dedicate a questo argomento e realizzate di un gruppo di artisti internazionali, che ne interpretano diversi aspetti, attraverso suggestioni di matrice politica, sociale, antropologica ,metaforica o simbolica. La mostra è curata da Ludovico Pratesi, curatore scientifico di Palazzo Fabroni, in collaborazione con Benedetta Carpi De Resmini.

AREZZO
Galleria Comunale di Arte Moderna e Contemporanea: "Visioni Parallele. Venturino Venturi e il Novecento". Mostra antologica dedicata all’opera di Venturino Venturi (1918-2002). Esposte circa 100 opere, tra cui molti inediti, con sculture, dipinti, disegni e fotografie di Venturino e alcuni dei lavori dei maggiori artisti italiani del Novecento con i quali Venturi collaborò o strinse amicizia. Fino al 9 gennaio.

LUCCA
Alla Fondazione Ragghianti: "Lucca e l’Europa. Un’idea di Medioevo (V-XI secolo)". Selezione di oltre cento opere prodotte dal V all’XI secolo, allestite in 11 sezioni, esplora la produzione artistica lucchese attraverso puntuali riferimenti al contesto europeo. Fino al 9 gennaio 2011.

LIVORNO
A Villa Mimbelli "Giuseppe Garibaldi e i Mille. Dalla realtà al mito". Dipinti, sculture, vignette, fotografie, e gadgets d’epoca sull’Eroe dei Due Mondi e la leggendaria spedizione. Fino al 12 dicembre.

PIETRASANTA

Piazza del Duomo, Complesso di Sant’Agostino: "Mondino scultore". Retrospettiva dedicata all’artista torinese scomparso nel 2005. Esposti, nella galleria di 30 opere, anche le celebri sculture "dolci", realizzate da Modino tra il 1968 e il 1980: la torre di Torrone (’68), il Muro del Pianto (’88), installazione di zucchero bianco e di canna, e la prima delle tre versioni di ‘Scultura un corno’, forgiata con il cioccolato. Fino al 12 dicembre.

VIAREGGIO

Prosegue alla Galleria di Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani: "Galileo Chini e la Toscana. La Toscana e Galileo Chini". Viareggio dedica una grande mostra a Galileo Chini (Firenze 1873 – 1956), una delle figure di maggior rilievo nel panorama italiano e internazionale dell’art nouveau. Fino al 9 gennaio.

I più popolari su intoscana