Cultura/

La grande festa del teatro di strada a Certaldo per 30 anni di Mercantia

Dal 12 al 16 luglio cinque serate magiche con tantissimi eventi tra memoria e innovazione

Mercantia

Dinosauri preistorici, ballerine volanti, angeli e clown, cerchi di fuoco, acrobazie tribali e una dama in bianco: tutto questo sarà parte di Mercantia, il festival del teatro di strada che questa estate compie 30 anni. La 30° edizione si svolgerà come ogni anno a Certaldo da mercoledì 12 a domenica 16 luglio 2017, mettendo insieme tutte le forme di teatro che ha valorizzato, scovato, inventato in questi 30 anni.

sfoglia la gallery

“La grande festa”, vedrà esibirsi ogni giorno per cinque giorni, oltre 350 artisti, che fanno parte di 75 compagnie dall’Italia e dall’estero, nei palcoscenici naturali formati dalle piazze, le corti dei palazzi, i giardini, le torri e i sottosuoli del borgo medievale di Certaldo, paese di Giovanni Boccaccio. Nella Certaldo ‘bassa’ ci sarà spazio per oltre 40 maestri artigiani: intagliatori, orafi, scalpellini, vetrai, incisori e molti altri che dal vivo realizzeranno i loro manufatti, mostre di arte contemporanea, street food e altro ancora.  Memoria e avanguardia, compagnie storiche e ricerca di nuove tendenze, dai cantastorie alla danza aerea, dai mimi alle street band, dalle parate di strada al cabaret, dai burattinai ai giocolieri, ecco l’elenco degli pettacoli che si esibiranno per i 50 mila fortunati che visiteranno Certaldo nei giorni della festa.

Il trio dei franco-catalani “Los Excentricos”, Premio Nazionale Cultura di Catalogna nel 2011, con “The meltin pot pourri”, reinventano l’arte della clownerie declinata in chiave interculturale. Dalla clownerie alla macchineria scenica: la pirotecnica e “terrificante” parata di strada degli olandesi Close Act, con “Saurus, giant beasts from prehistoric times”, spettacolo itinerante con enormi creature preistoriche che riappaiono tra la folla in cerca di cibo, creando il caos, per poi rivelarsi dinosauri “vegetariani”, capaci di dare “lezioni” di eco-sostenibilità e convivenza agli spettatori.

Dal grande al piccolo, dal rumoroso al lieve: il quartetto di mimi Dekru, da Kiev, noto per la sua eleganza e il sottile senso dell’umorismo, con “Anime leggere”, rielabora di un originale linguaggio del corpo, ispirato alla mimica di Marcel Marceau. Ancora poesia e grande abilità tecnica per “The Fifth Wheel” con il loro “Extraordinary voyage”, vero e proprio cabaret musicale di marionette che alterna sketch comici con numeri di estrema complessità, combinando la tradizione artistica classica russa con lo stile europeo. Dalla delicatezza artigianale al vigore fisico, gli Asante Kenya con il loro “Acrobatic Show”, portano con l’energia di atleti-artisti uno spettacolo di animazione mozzafiato, che dalle danze tribali, sfocia in piramidi umane, eccezionali salti ed evoluzioni nell’aria e giochi con il fuoco.

Anche sul fronte italiano non mancano le sorprese. Il duo “Le Tarde”, in “Meglio tarde che mai”, vede in scena due anziane concertiste “en travesti”, Ada ed Elsa, che rievocano il loro storico repertorio, con animazioni di figura e a gag comiche. “Terzostudio/Circo Improvviso” con “Pindarico”, presenta uno spettacolo di trasformismo, in uno stile sognante e un po’ “brachettiano”, con un vecchio aviatore che compie sul filo dei ricordi il sogno ad occhi aperti di un ultimo volo. E poi ancora la comicità nonsense di Arnaldo Mangini – noto come sosia italiano di Mr Been – che presenta il suo nuovo show basato su oggetti fantastici, colorati e rumorosi.

Non mancherà un grande attore di teatro e cinema di impostazione “gasmaniana”, Amerigo Fontani (già visto ne “La vita è bella” di Benigni) che tornerà a vestire di nuovo i panni del “ciarlatano” attore di strada per reinterpretare il personaggio boccaccesco di “Frate Cipolla” tra la folla. Torna a Mercantia una street band che ha girato il mondo, la BadaBimBumBand con il nuovo “La Banda Molleggiata”, uno show che strizza l’occhio alle sonorità del rock and roll e al suo interprete italiano per antonomasia: Adriano Celentano. Le bergamasche Cafelulé, compagnia di grido di danza verticale che da diversi anni presenta a Mercantia i suoi nuovi spettacoli, per la prima volta si esibirà usando come sfondo la torre della Casa di Boccaccio con “Occhi grandi per non vedere” che debutta in anteprima nazionale il 12 luglio. 

Ingresso euro 10 – 20 (variabile a seconda di giorni e riduzioni)

Per informazioni:
Tel. 0571 656721
http://www.mercantiacertaldo.it

Vedi mappa
I più popolari su intoscana