La ricerca va oltre confine: ecco l' asse Pisa – Marrakesh

Dalla città toscana un progetto pilota per una collaborazione euro-mediterranea

Le due sponde del Mediterraneo sono più vicine grazie a una collaborazione tra l'Università di Pisa e l’Université Qadi Ayyad di Marrakesh, in Marocco. Si tratta di un progetto pilota, unico del suo genere in Italia, che riguarda le scienze umane, grazie a un programma di scambio culturale.

La collaborazione euro-mediterranea consentirà a studenti, ricercatori e professori di trascorrere periodi e seguire corsi nei due atenei, favorendo le ricerche sul campo e avvalendosi delle competenze complementari presenti nelle due istituzioni.

Ricercatori e studenti del Marocco potranno così studiare e compiere ricerche nel nostro paese, per quanto riguarda il greco, il latino, la letteratura italiana e la filosofia. Gli allievi e gli studiosi pisani avranno invece la possibilità di scoprire l’arabo classico, la sua poesia e letteratura. Ma il progetto pilota riguarda anche altri ambiti: le iniziative comuni potranno interessare le scienze della natura, le scienze sociali e giuridiche, il turismo culturale.

Recentemente Pisa ha ospitato una delegazione dell’Université Qadi Ayyad di Marrakesh , guidata dalla preside della Faculté des Lettres dell’Université Qadi Ayyad di Marrakesh, Ouidad Tebbaa, e composta dai professori Abdeljalil Hanouche, Abdelati Banouar e Thami Dardari. Presso la facoltà di Lettere e filosofia si è svolta la tavola rotonda intitolata “La circolazione del sapere nel Mediterraneo tra passato e presente”.

06/04/2011