La Sant'Anna porta l'Europa nelle scuole

Lezioni di educazione civica europea in video

L’educazione civica europea si impara a scuola grazie ai 250 minuti di “videopillole” che saranno diffuse on line, alle 70 ore di lezione che passeranno sempre attraverso la rete e ai seminari interattivi su internet che potranno coinvolgere fino a 20 istituti scolastici per volta distribuiti in tutta Italia, senza contare il nuovo tour di “consapevolezza europea” in dieci tappe che toccherà i capoluoghi di provincia toscani. Grazie al terzo successo consecutivo nel bando "Learning EU at school", la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ha presentato le nuove iniziative dedicate ai docenti e soprattutto agli studenti delle scuole superiori per contribuire a farli crescere come “cittadini europei consapevoli” e coscienti del fatto che “la via per uscire dalla crisi – come ha sottolineato il coordinatore del programma di educazione civica Roberto Castaldi dell’Istituto Diritto, Politica, Sviluppo della Scuola superiore Sant’Anna – passa soltanto attraverso l’Europa".

I nuovi materiali didattici di educazione civica europea, riuniti nel progetto "EUrgencies@dem - L'unità politica dell'Europa e democrazia: un destino in comune" saranno a disposizione delle scuole agli indirizzi http://www.sssup.it/euway entro il 30 settembre e http://www.sssup.it/ece entro il mese di ottobre. Da ottobre saranno quindi fruibili le 20 video-pillole sull'integrazione europea, insieme a un ciclo di seminari via web a livello nazionale per lo scambio di materiali e per condividere buone pratiche di educazione civica europea

Sono 50 gli istituti secondari di secondo grado della Toscana che hanno già aderito al programma,
mentre alla fine dello scorso anno scolastico almeno il 50% delle scuole toscane erano state coinvolte in uno dei progetti di educazione civica europea della Scuola Superiore Sant’Anna, unico ateneo europeo ad aver centrato il successo nel bando "Learning EU at school" per tre anni consecutivi.

19/09/2013