La Toscana premia i miglior spot contro la violenza di genere

Il Corecom ha indetto un concorso per spot video e radiofonici per contrastare la violenza sulle donne: prevista una sezione per le tesi di laurea discusse negli atenei toscani

Un'altra iniziativa importante per la lotta alla violenza sulle donne in arrivo dalla Toscana. Il Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom) toscano lancia due bandi di concorso per premiare i migliori spot sul tema del contrasto alla violenza di genere e la migliore tesi di laurea in comunicazione discussa negli atenei della Toscana. Il concorso è stato presentato ieri a Firenze in Consiglio regionale: è in palio un premio di 15mila euro per tre spot video e tre radiofonici. 

"Quest'anno - ha detto il presidente del Corecom, Enzo Brogi - ci siamo agganciati al progetto 'Mai in silenzio', voluto dall'assessorato regionale alla cultura e dalla commissione pari opportunità proprio su questo tema". Gli spot così dovranno avere come colonna sonora una delle cinque canzoni scritte dai ragazzi e premiate nel concorso "Mai in silenzio". I video e gli audio che risulteranno vincitori saranno diffusi sui media e negli urp degli enti pubblici. L'altro concorso, realizzato in collaborazione con le università di Firenze, Siena e Pisa, è destinato a premiare la miglior tesi di laurea di scienze della comunicazione. Il premio, da 4mila euro, sarà assegnato a fine anno. Entrambi i bandi, pubblicati in questi giorni, sono disponibili sul sito del Corecom.

"Questa è una delle iniziative del Corecom che sta riscuotendo sempre più successo - ha commentato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani - e che si consolida anno dopo anno". "Mi fa piacere - ha concluso il presidente - che in questa iniziativa siano associati Consiglio e assessorato, questo a dimostrazione dell'importanza che per tutta la Regione riveste questa iniziativa che Enzo Brogi ha portato avanti con tanta passione".

04/08/2018