Le mani di Eurnekian sui cieli toscani Vola Corporacion America

Gli scali di Firenze e Pisa si sono fusi insieme ed entrano tra gli undici aeroporti strategici d'Italia. L'operazione è stata fortemente voluta dal presidente della Regione Enrico Rossi

La Toscana avrà un sistema aeroportuale unico. Dopo tanti litigi e minacce di prevaricazione i due scali di Pisa e Firenze si stringono la mano e volano – è proprio il caso di dire – verso la società unica tanto voluta dal presidente ricandidato Enrico Rossi: la Toscana Aeroporti spa. Il progetto è di Corporacion America Italia, la società privata del magnate armeno-argentino Eduardo Eurnekian che si è installata in quote di maggioranza nei due scali toscani.

COSA E' CORPORACION AMERICA - Corporacion America è concessionaria di terminal aeroportuali e di carico, è presente in 53 aeroporti in Sud America ed Europa, comprendendo la gestione operativa e commerciale dell'aeroporto, attività di fuelling, cargo ed altri servizi associati. In Italia è azionista privato dell'Airgest S.p.A., la società che gestisce l'Aeroporto Vincenzo Florio a Trapani.

LA FUSIONE DEGLI SCALI TOSCANI - Tornando agli scali toscani, l'assemblea dei soci pisani ha approvato nei giorni scorsi la fusione tra Sat, la società del Galilei, e Adf, quella del Vespucci. Il voto è stato pressoché unanime, la maggioranza a favore della fusione è stata schiacciante raggiungendo quota 99,9 per cento. E non era così scontato visti i precedenti e la ribellione dei mesi scorsi di Pisa.

Lo stesso sindaco Marco Filippeschi, che si era eretto a baluardo sotto la Torre pendente contro la privatizzazione dello scalo, ha fatto un intervento di apertura in assemblea. E' anche vero che i vertici degli altri soci pubblici del Galilei, la Camera di commercio e la Fondazione di Pisa, avevano già approvato la fusione.

COSA ACCADRA' - Ora accadrà che la società fiorentina verrà incorporata in quella pisana e l'assemblea dei soci di Sat ha dato mandato al cda di aumentare allo scopo il capitale. Dunque Firenze e Pisa entrano ufficialmente tra gli undici aeroporti strategici d'Italia. Promossi in serie A. E il ruolo di capitano privato della proprietà è la multinazionale di Eurnekian, Corporacion America.

27/02/2015