Musica/

L’Eneide della Compagnia Krypton Torna in scena dopo trent’anni

Dal 9 maggio a Scandicci lo spettacolo scritto e diretto da Giancarlo Cauteruccio torna in una nuova versione 2.0

Uno spettacolo cult, un momento fondamentale nella ricerca teatrale italiana, la prima rappresentazione multimediale di un poema epico, insomma un pezzo di storia del teatro italiano. Tutto questo è stata l’Eneide di Giancarlo Cauteruccio andata in scena trent’anni fa con la compagnia Krypton e le musiche dei Litfiba in cui Piero Pelò ricoprì anche un piccolo ruolo.

Lo spettacolo, opera post-moderna per eccellenza che fu rappresentato anche a New York torna adesso da dove è partito, cioè al teatro Studio di Scandicci in scena dal 9 al 17 maggio. Saranno i musicisti Gianni Maroccolo, Francesco Magnelli e Antonio Aiazzi a ridare vita a uno spettacolo completamente rinnovato grazie alle nuove tecnologie.

La nuove Eneide è un “concerto-teatro” che indaga nuovi territori scenici facendo uso di laser, enormi woofer, scenari dinamici, digitali e interattivi e musica elettronica che sottolineeranno i viaggi immaginari e le multivisioni del poema epico. Particolare “regalo” al pubblico la voce di Ginevra Di Marco che interpreterà off il personaggio di Lavinia.

Lo spettacolo è 2.0 anche per l’innovativo sistema di finanziamento partecipato tramite crowfounding sulla piattaforma www.musicraiser.com che solo nel primo giorno dell’apertura del progetto ha raccolto 5000 euro. La raccolta fondi si chiuderà ufficialmente il 17 maggio ed è visibile a questo link: https://www.musicraiser.com/it/projects/2236-eneide-di-krypton-un-nuovo-canto.

Eneide di Krypton – un nuovo canto
Prima nazionale venerdì 9 maggio, ore 21.00
Repliche il 10, 11, 15, 16, e 17 maggio, ore 21.00
Biglietto unico 15 euro
www.teatrostudiokrypton.it

Vedi mappa
I più popolari su intoscana