Libri in viaggio dalla biblioteca a casa: piace il prestito a domicilio

In pochi giorni oltre 100 volumi consegnati nelle case dei cittadini del comune di Barberino-Tavarnelle. L’assessore alla Cultura Giacomo Trentanovi: “tante le mamme che usufruiscono del servizio per leggere racconti e fiabe ai loro figli”

Resto a casa e leggo: il comune di Barberino Tavarnelle ha lanciato l'iniziativa che è stata accolta con entusiasmo dai cittadini con oltre 100 volumi recapitati nelle abitazioni con la formula del 'prestito domiciliare'.

Un'idea nella quale ha voluto investire l’assessore alle Politiche culturali Giacomo Trentanovi che è stato tra i primi in Toscana ad avviare l'esperienza del prestito bibliotecario tra le mura di casa, almeno fino all'emergenza da Corona Virus. Partito da alcuni giorni, il servizio ha rilevato un boom di richieste rivolte alle biblioteche comunali Alda Merini di Barberino Val d’Elsa e Ernesto Balducci di Tavarnelle Val di Pesa.

“Il primo lotto di consegna - fa sapere Trentanovi - ha bussato alla porta di un centinaio di persone, prevalentemente mamme residenti nelle diverse frazioni come Vico d’Elsa, Badia a Passignano, Sambuca, San Donato e Marcialla, e tante sono le richieste, molte delle quali relative alla letteratura per l’infanzia, che ogni giorno arrivano ai nostri uffici, come anche quelle che si sono concentrate nella giornata mondiale del Libro che si è tenuta ieri”.

“Le nostre biblioteche, chiuse nel rispetto delle misure restrittive del Governo per il contenimento della crisi epidemiologica, riprendono l’attività attraverso il prestito domiciliare, un progetto apprezzato che incentiva la lettura e il valore sociale del libro – conclude il sindaco David Baroncelli ricevere direttamente casa i volumi del patrimonio bibliotecario di Barberino Tavarnelle che conta circa 40mila documenti, accessibile anche on line con i servizi di medialibrary e consultazione digitale, è un’opportunità che ci permette di alleggerire le lunghe giornate dell’isolamento domiciliare”.

I libri saranno consegnati davanti alla porta dell'abitazione mantenendo le distanze di sicurezza all'interno di una busta nel rispetto delle misure igienico-sanitarie richieste dal Governo. Una volta rientrati, i volumi rispetteranno il percorso sanitario previsto dal protocollo indicato dalle autorità competenti.

Per info: bibliotecatavarnelle@barberinotavarnelle.it 

24/04/2020