Attualità/

Lotta al caro-libri: in Toscana arriva il microcredito per le famiglie

La Regione sta pensando di attivare un prestito agevolato per aiutare i genitori ad acquistare i libri di testo, la cui spesa secondo Federconsumatori è salita dell’1,4%

Manca meno di un mese all’inizio dell’anno scolastico e le famiglie si preparano a sostenere la spesa per i libri di testo: un costo sempre più oneroso che secondo Federconsumatori è cresciuto dell’1,4% rispetto al 2014. Uno studente di prima media tra libri e dizionari spenderà in media 484 euro, mentre uno in prima liceo arriverà a 799 euro.

Per aiutare i genitori con i figli in erà scolare in difficoltà economica arriva una proposta innovativa dall’assessorato all’istruzione della Regione Toscana: una forma di microcredito per acquistare libri e materiali didattici.
“Gli uffici regionali stanno lavorando ad una ipotesi – spiega l’assessore all’istruzione, Cristina Grieco – che consenta un prestito a tasso agevolato o addirittura a tasso zero, auspicabilmente con la collaborazione delle banche del territorio, restituibile in 10 mesi, quanto la durata dell’anno scolastico”.

Un aiuto che andrebbe a sommarsi al pacchetto a sostegno delle famiglie a basso reddito varato ai primi d’agosto dalla Giunta regionale, che stanzia 4 milioni di euro per chi frequenta le scuole  primarie e secondarie di primo e secondo grado.

I più popolari su intoscana