Riaprono i Musei dell'Università di Firenze e l'Orto botanico in fiore

Il Giardino dei Semplici è di nuovo accessibile su prenotazione nel weekend, mentre dal 30 maggio porte aperte al Museo di Geologia e Paleontologia

Il Giardino dei Semplici di Firenze riapre le sue porte al pubblico, giusto in tempo per offrire a tutti la sua fioritura. Dal 23 maggio infatti l'Orto botanico del Sistema museale dell'Ateneo fiorentino è di nuovo accessibile ogni sabato e domenica, dalle ore 10 alle 18.30, con accesso solo su prenotazione e ingresso su via Pier Antonio Micheli.

Lo spazio verde fu creato dai Medici come giardino di piante medicinali, dette appunto i Semplici, nel 1545 e quindi è tra gli orti di questo tipo più antichi al mondo. Si sviluppa su un'area di oltre due ettari e comprende un giardino zen, una collezione storica di azalee e ortensie, ma anche palme esotiche, fior di loto, ninfee e piante carnivore. 
Splendidi i cinque alberi monumentali, tra cui il Tasso piantato nel 1720 e la Sughera del 1805. 

Ninfea, Orto Botanico

Dal 30 maggio inoltre - sempre su prenotazione - sarà aperto al pubblico il Museo di Geologia e Paleontologia, che sarà visibile tutti i fine settimana (sabato e domenica) dalle ore 9 alle 17, con accesso da via La Pira. 
I Musei dello Sma saranno visitabili con tariffe agevolate e in sicurezza, nel rispetto delle misure di protezione e distanziamento sociale previste nella Fase 2 dell'emergenza coronavirus. Sarà anche possibile aiutare il Sistema museale d'ateneo, acquistando biglietti con tariffa da sostenitore.

Per prenotare le visite è necessario telefonare al numero 055-2756444, attivo da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle 13, oppure scrivere a edumsn@unifi.it. Tutte le informazioni sulle riaperture dei singoli Musei e le modalità per accedere alle collezioni sono disponibili online.

25/05/2020