A Lucca un convegno internazionale con i massimi esperti di Napoleone

Il Souvenir Napoléonien di Parigi organizza il 4 e 5 ottobre nella città toscana la due giorni di convegno internazionale per i 250 anni dalla nascita di Napoleone Bonaparte

In occasione dei 250 anni dalla nascita di Napoleone Bonaparte a Lucca si ritroveranno i massimi esperti di Napoleone Bonaparte da Italia e Francia, tra cui Jean Tulard, per il convegno internazionale “Radici e destino italiano dei Bonaparte” organizzato dall’associazione “Le Souvenir Napoléonien”.

L’importante appuntamento si terrà il 4 e 5 ottobre a Palazzo Bernardini, in collaborazione con l’associazione “Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana” e grazie a Confindustria Toscana Nord.

Il “Colloque de Lucques” è la più importante attività celebrativa che l’associazione francese organizza per l’occasione in Italia e rientra in una serie di eventi celebrativi che interessa il 2019 nella Francia continentale ed in Corsica, per mettere in luce la gioventù e le origini dell’Imperatore per esaminare alcuni degli aspetti, anche i meno noti, che hanno caratterizzato l’inizio e la fine della parabola storica della famiglia. Famiglia che, originaria della Toscana, ha visto la maggior parte dei suoi membri farvi ritorno.

Oltre all’intervento di Jean Tulard, presidente onorario dell’Istituto Napoleonico di Parigi, il punto di riferimento assoluto del settore napoleonico che ha pubblicato una cinquantina di saggi come autore unico e si occupa anche di storia del cinema, saranno ospiti relatori quali: Luigi Mascilli Migliorini, professore ordinario di Storia all’Università di Napoli “L’Orientale”, la maggiore personalità italiana in ambito napoleonico; Vincent Haegélé, direttore della Biblioteca di Versailles; Thierry Lentz, direttore generale della Fondazione Napoleone di Parigi e notissimo studioso del settore; Giulia Gorgone, già direttrice del Museo Napoleonico di Roma.

La partecipazione al convegno è libera, ma l’iscrizione obbligatoria seguendo le istruzioni sul sito dell’associazione: https://napoleoneeilsuotempo.wordpress.com

19/08/2019