Attualità/

No agli ‘schumacher’ del mare

A Rispescia Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente, chiede norme più severe per chi non rispetta le regole della sicurezza in mare

scooter acqua

“No agli ‘schumacher’ del mare’”. Queste le parole di Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente, alla festa nazionale dell’associazione in corso a Rispescia, nel grossetano. L’anno scorso nel mare della Toscana c’è stato un record di infrazioni, tutte concentrate nei quattro mesi estivi: 309 le violazioni al codice della navigazione, con una media di 77 reati al mese, e 312 le persone denunciate o arrestate.

Ma chi sono gli ‘schumacher’ del mare? Sono quelli che non indossano il giubbotto salvagente, che navigano dove non è consentito e a velocità sostenuta, eseguendo improvvise inversioni di rotta. E ancora: negano la precedenza, tagliano l’acqua di chi arriva di prua o viaggiano a gran velocità molto vicini alla costa piena di bagnanti. Sono “necessarie norme più severe in mare – ha detto Gentili – visto che il popolo dei naviganti spesso non rispetta le minime regole della sicurezza mettendo talvolta a rischio non solo la propria incolumità, ma anche quella degli altri".

I più popolari su intoscana