Attualità/

Oggi in Toscana il giorno più freddo dell’anno: domani arriva la neve

Stamattina segnalate temperature basse, fino a -17,8 sull’Amiata, domani possibile neve un po’ ovunque ma poi arriva la pioggia

Quella di oggi, “è stata la mattina più fredda di questo inverno in Toscana, anche perché fino ad ora la stagione è stata piuttosto mite”, e il termometro ha toccato anche i -11 a Orbetello (Grosseto). Il primato toscano spetta comunque all’Amiata, in montagna: -17,8. Lo spiega Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr. A Firenze città si sono toccati -6 gradi, -7 alla centralina di Peretola, ad Arezzo meno 9, a Grosseto -4,5 e a Siena -7,2. In montagna, a parte l’Amiata meno 16 all’Abetone (Pistoia) e meno 13 a Camaldoli (Arezzo).

Da stasera, ha spiegato ancora Gozzini, sono previste nevicate sulla Maremma e sull’arcipelago toscano. Forse Grosseto potrebbe imbiancarsi un po’ ma già domani la neve si trasformerà in pioggia mentre la quota neve si sposterà sopra i 200 metri. Dalla costa la perturbazione si sposterà nel resto della regione con nevicate deboli e poi un po’ più consistenti domattina fino al pomeriggio. “Non ci attendiamo cumulati notevoli – ha osservato ancora -. Sono attesi 5-7 cm nelle province di Firenze, Prato e Pistoia e 2-5 centimetri a Siena. Cumulati più intensi sono invece previsti in Mugello, Appennino fiorentino, Apuane e Garfagnana, dove si potrà arrivare o superare i 10 centimetri di neve”.

Nel complesso, “domattina potrebbe imbiancarsi un po’ dappertutto in Toscana, poi dal pomeriggio e durante la notte la neve lascerà il posto alla pioggia e le temperature si alzeranno un po’ arrivando a due gradi sopra lo zero”. La notte tra giovedì e venerdì quota neve si alzerà fino a 6-700 metri in Appennino. Per Gozzini, “fino a sabato continuerà la pioggia mentre domenica sarà una bella giornata con bel tempo e temperature miti in tutta la penisola“. “Al momento attuale – ha concluso – si prevede un ritorno ai valori normali del periodo almeno fino al 9 marzo”, e “se ci fosse una nuova ondata di freddo dovuta al fenomeno dello ‘stratwarming‘ non arriverebbe prima del 10 di marzo ma ad oggi non abbiamo nessuna indicazione in questo senso”.

Codice arancione:
Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un bollettino con codice arancione per neve valido dalla mezzanotte di stasera fino alle 18 di domani, giovedì 1 marzo (fino alla mezzanotte sull’Appennino), sui settori centro settentrionali della Toscana e codice giallo sempre per neve nelle altre zone. Codice giallo invece per ghiaccio e vento.

Chiusura scuole:
Ordinanze di chiusura delle scuole per domani in più comuni della Toscana, compreso Firenze come annunciato dal sindaco Dario Nardella. Nel capoluogo toscano saranno chiuse anche università e i cimiteri. Nel fiorentino scuole chiuse anche negli undici comuni del’Empolese Valdelsa e a Rignano sull’Arno. Scuole chiuse poi a Prato (dove saranno chiusi anche impianti sportivi all’aperto, parchi e cimiteri), a Manciano nel Grossetano, a Castiglionfiorentino (Arezzo), a Montecarlo, in provincia di Lucca. Altri comuni stanno decidendo in queste ore. Disposta a scopo precauzionale la chiusura delle scuole anche a Livorno e anche a Collesalvetti, domani e pure venerdì 2 marzo. Scuole chiuse anche a Carrara (Massa Carrara) dove è probabile torni la neve non solo sui paesi a monte, ma anche sul litorale.

Provvedimenti:
Oggi la Protezione civile regionale ha organizzato una riunione con le Province e la Città metropolitana per fare il punto sulla situazione e individuare le misure per fare fronte ad ogni necessità, mettendo a disposizione anche la colonna mobile. Riguardo al capoluogo toscano il sindaco ha spiegato che squadre della polizia municipale verranno dislocate nelle parti di Firenze a maggior flusso di traffico. 33 veicoli spazzaneve e spargisale verranno predisposti per entrare in funzione in caso di nevicate. 110 volontari della protezione civile verranno distribuiti nei cinque quartieri di Firenze, e ci sarà una squadra di pronto intervento per la rimozione di rami e alberi nell’eventualità di cadute. Publiacqua, la società partecipata che gestisce il servizio idrico nel centro toscana, predisporrà un team di riparazione in caso di rottura o problemi delle tubazioni.
Per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica, E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, in ragione delle previsioni meteo di domani, rende noto di aver predisposto un piano straordinario in base al quale sono già stati dislocati sul territorio toscano circa 130 gruppi elettrogeni nei punti più strategici per la rete ed è stato rinforzato il personale anche con oltre 100 addetti da altre regioni.

Sanità:
L’assessorato al diritto alla salute ha inviato alle aziende sanitarie una circolare in cui sono indicate tutte le azioni da mettere in atto per garantire il pieno e completo funzionamento della rete socio-sanitaria, con un’attenzione particolare alla presa in carico delle persone con maggiore fragilità. In particolare, si raccomanda il monitoraggio costante degli accessi ai pronto soccorso; l’eventuale potenziamento della reperibilità del personale medico, infermieristico, tecnico e dell’assistenza; l’attenzione a garantire la continuità dei servizi assistenziali; intensificazione della sorveglianza delle persone fragili assistite a domicilio; attuazione di tutte le misure necessarie per la tutela della salute delle persone senza fissa dimora, con allerta dei servizi di accoglienza notturna e diurna.

Per informazioni più dettagliate e per le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni consultare la pagina www.regione.toscana.it/allertameteo.

 

Topics:

I più popolari su intoscana