Attualità/

Il palazzo comunale di Capannori è la “casa dei cittadini”

Dall’ufficio di prossimità allo sportello Spid (primo in Toscana), passando per il servizio “Comune amico”. Dalla giustizia al sociale, ecco perché Capannori è sempre più vicino ai cittadini

Comune di Capannori

Mai come ora i comuni rappresentano il cuore e il fulcro della comunità. “Questa è la casa dei cittadini”. Lo continua a ripetere il sindaco di Capannori, Luca Menesini. Un’espressione che solo all’apparenza potrebbe sembrare retorica, perché in realtà è alimentata da piccole e grandi azioni concrete che prendono forma attraverso i servizi offerti. Gli ultimi in ordine di tempo? L’apertura del nuovo Ufficio di prossimità e del servizio per l’ottenimento dello Spid. Due nuove opportunità che sono state tenute a battesimo dall’assessore regionale alla semplificazione e alla legalità, Stefano Ciuoffo. Ma cominciamo dal principio.

La giustizia a portata di mano

L’Ufficio di prossimità porta nel nome il significato della propria funzione e lo slogan scelto per promuoverlo è di per sé chiarificatore: “la giustizia più vicina ai cittadini”. Niente di più vero, perché dopo la chiusura delle sedi distaccate dei tribunali le aree interne o più periferiche sono rimaste orfane dei punti di riferimento necessari per molte attività. E così le istanze sono ricadute tutte sulle sedi centrali. Un caso su tutti è proprio il tribunale di Lucca, che con la gestione di oltre 5 mila istanze l’anno, per molte di lavoro, è secondo solo a quello di Firenze. Ma la Toscana, ancora una volta, è riuscita a porre rimedio avviando una collaborazione coi comuni del territorio. È stata infatti la prima regione a ottenere un un finanziamento dal ministero di giustizia (2,35 milioni di euro) per questo progetto. Quindi ha investito risorse e condiviso strumenti mentre i comuni, dal canto loro, hanno formato il personale e dedicato uno spazio agli sportelli che offriranno gratuitamente i servizi previsti. “D’accordo, la Toscana è protagonista. Ma sono i comuni i veri artefici di questa importante innovazione. Quest’attività rafforza il senso delle istituzioni, che sono sempre più a portata di mano” dice Ciuoffo.

Comune di Capannori, presentazione dell’Ufficio di prossimità

Servizi e funzioni

In Toscana gli Uffici di prossimità esistono dal 2019 e sono progressivamente aumentati. Prima tre, poi otto, poi dieci. L’obiettivo è arrivare a tredici uffici. Gli ultimi aperti al pubblico sono proprio quello di Capannori (il primo in provincia di Lucca, già inaugurato un anno fa ma poi congelato a causa della pandemia), Montepulciano e Montevarchi. Quelli già attivi si trovano invece a Poppi, Sansepolcro, Empoli, Firenze (Quartiere 3), Pontedera e Pontremoli. In due anni gli uffici di prossimità hanno 1.132 telefonate, accolto 742 utenti e depositato 455 atti. Numeri che sono destinati a crescere ancora. Questi uffici rappresentano un punto di accesso al tribunale e a tutto il sistema giustizia. Qua sarà possibile attivare l’amministratore di sostegno, ricevere informazioni sugli istituti di protezione giuridica, trovare il materiale informativo e la modulistica degli uffici giudiziari, ottenere assistenza per i servizi della volontaria Giurisdizione, ricevere supporto per la predisposizione di atti e molto altro ancora. Per accedere all’ufficio di prossimità di Capannori, che come tutti gli altri offre gratuitamente il servizio sia telefonicamente sia on-line, è obbligatorio prenotare un appuntamento telefonando allo 0583 428588 (sono inoltre disponibili i numeri 0583 428311, 0583 428223, 0583 428372) o scrivendo a ufficioprossimita@comune.capannori.lu.it.

Ufficio di prossimità

L’identità digitale

“Desideriamo che i cittadini trovino qua le risposte ai loro bisogni”

Nello stesso giorno in cui l’ufficio di prossimità apriva le porte, a Capannori un altro servizio prendeva il via. Quello che accompagna i cittadini alla richiesta e all’ottenimento dello Spid, l’identità elettronica che di qui in avanti sarà necessaria per potersi interfacciare e relazionare con le pubbliche amministrazioni. “Si tratta di una pratica complessa” spiega l’assessore comunale Serena Frediani. “Su appuntamento sarà possibile recarsi all’Urp per ricevere assistenza da parte dei nostri operatori. Capannori è il primo comune della Toscana ad aver attivato questo servizio. Se l’abbiamo fatto è perché vogliamo essere più vicini ai cittadini”. Un concetto ribadito anche dal sindaco della città. “Abbiamo attivato anche lo sportello ‘Comune amico” ricorda Menesini. L’obiettivo? “Desideriamo che i cittadini possano trovare qua le risposte alla maggior parte delle loro esigenze”.

I più popolari su intoscana