Cultura/

Pisa Book Festival: è la Scozia il paese ospite della 13° edizione

Vera e propria full immersion nel mondo della letteratura scozzese grazie al nutrito manipolo di autori presenti, tra cui ricordiamo Ewan Morrison, Donald Murray, James Robertson, William McIlvanney e Ross Collins

È la Scozia l’ospite d’onore della tredicesima edizione del Pisa Book Festival. A guidare la delegazione internazionale nella fiera dedicata dalla città della torre pendente alla piccola editoria sarà Joseph Farrell, professore emerito dell’Università di Glasgow, nonché maggiore esperto scozzese di letteratura italiana. Nei tre giorni della kermesse pisana sarà possibile, grazie agli scrittori presenti, fare una vera e propria immersione nella letteratura del più settentrionale dei paesi britannici, insieme al professor Farrell saranno infatti presenti diversi degli autori più in vista del panorama scozzese.

Tra gli scrittori presenti a Pisa ricordiamo le giovani Kirsty Logan (col suo fantasy The gracekeepers) e Jenni Fagan (dal cui libro Panopticon sarà tratto il prossimo film di Ken Loach). Sarà presente Ewan Morrison, noto al pubblico italiano per Swung-Scambisti, tradotto da Fazi. Dalle isole Shetland arriverà invece Donald Murray, che “scozzese tra gli scozzesi” è capace di esprimersi in un impeccabile gaelico. Grande spazio anche al romanzo storico grazie ad Allan Massie, per tutti vero decano della “letteratura in kilt”, e a James Robertson, autore del monumentale affresco And the land stay still. Presente anche, seppur in forma telematica, l’ideatore del cosiddetto Tartan Noir – il giallo in stile scozzese – William McIllvanney, che si collegherà in videoconferenza il giorno dell’inaugurazione.

Chiuderà la delegazione Ross Collins, autore per bambini e illustratore. Molto amato in patria da quando il suo Elefantasma è stato messo in scena al National Theatre, vedrà esposte le tavole del suo ultimo libro (There is a bear on my chair) a Palazzo Blu, in occasione di una mostra ormai diventata un classico del Festival. L’esposizione sarà inaugurata in occasione dell’apertura della kermesse per poi rimanere visitabile per circa tre mesi.

I più popolari su intoscana