Cultura/

Pisa Book Festival premia i librai indipendenti

Assegnato il Montescudaio 2011 a “Piazza Repubblica Libri di Cagliari” dove scrittori e clienti fanno i “commessi” e alla "Cantastorie" di Roma

Il Pisa Book Festival ha assegnato sabato 28 maggio il premio Montescudaio 2011, l’unico in Italia dedicato ai librai indipendenti, giunto alla V edizione. I vincitori sono “Piazza Repubblica Libri” di Cagliari e “Centostorie” di Roma per la sezione ragazzi. La premiazione si svolgerà durante il festival dell’editoria indipendente, in programma a Pisa dal 21 al 23 ottobre 2011, nella giornata di domenica, ormai dedicata da anni ai librai. Oltre alla premiazione, è in programma il convegno “Librerie indipendenti, strumenti e proposte per sopravvivere”. Sarà un’occasione per parlare delle difficoltà in cui si trovano le librerie indipendenti, in un mercato dominato dalle grandi catene librarie e su cui incombe uno tsunami digitale.

La giuria, presieduta dal sindaco di Montescudaio Aurelio Pellegrini, si è riunita per esaminare le candidature al premio, quest’anno più numerose delle precedenti edizioni. Elevata la qualità: i librai hanno dimostrato una forte passione per il loro mestiere e una grande capacità di relazionarsi con il territorio. “La scelta per il premio alla libreria generalista – dichiara la direttrice del Pisa Book Festival Lucia Della Porta – è caduta su Piazza Repubblica Libri di Cagliari, dove il libraio Patrizio Zurru ha saputo affiancare all’impronta imprenditoriale, che garantisce una solidità alla struttura, una forte vena di creatività. Nella libreria si possono trovare scrittori che fanno i commessi e che consigliano tutti i libri eccetto i propri, ma anche clienti che hanno l’occasione di comprendere il mondo della libreria gestendola per un giorno. La giuria ha ritenuto quindi di dover premiare la capacità di legarsi al territorio e l’attenzione al lettore che non è più solo cliente, ma anche collaboratore, quasi partner”.

“Per la sezione ragazzi – spiega Bea Marin, direttrice di Link Libri – la scelta è caduta su Centostorie, libreria per bambini nel quartiere popolare di Centocelle a Roma. Le tre giovani libraie, non solo dimostrano un entusiasmo invidiabile, ma anche una grande inventiva nell’animare il loro spazio: con l’iniziativa del Babyparking e con le feste di compleanno all’interno della libreria oppure a casa dei festeggiati. Le tre ragazze stanno realizzando un modello di libreria molto agile, in cui sono abbattute tutte le barriere che spesso esistono fra i libri e le altri espressioni cultural-creative, come la musica, il teatro e il gioco” Ai vincitori delle due sezioni andrà un premio tutto toscano: un week- end di relax in uno dei migliori agriturismi del territorio di Montescudaio.

I più popolari su intoscana