PISA, È MASSIMO AUGELLO IL NUOVO RETTORE

augello rettore pisa

Con 909 voti contro gli 841 dello sfidante, il professor Paolo Miccoli, il preside di Economia conquista la guida dell’ateneo

L’Università di Pisa ha un nuovo rettore: è il professor Massimo Mario Augello, preside della facoltà di Economia e ordinario di Storia del pensiero economico. Eletto al secondo turno con la maggioranza assoluta dei voti, Augello guiderà l’ateneo per il prossimo quadriennio.
Vittoria per un soffio: per spuntarla il professore doveva superare quota 902 voti, ne ha presi 909, contro gli 841 del suo sfidante, il professor Paolo Miccoli.

Massimo Mario Augello, che entrerà in carica il 1° novembre 2010, è nato a Catanzaro l’8 luglio 1949 e si è laureato in Scienze politiche all’Università di Pisa nel 1973. Oltre a ricoprire la carica di preside di Economia, attualmente è segretario generale della Conferenza dei presidi delle facoltà di Economia e di Scienze statistiche,
presidente dell’Associazione italiana degli storici del pensiero economico (AISPE) e
direttore della rivista “Il Pensiero Economico Italiano”.

Dopo alcuni periodi trascorsi nelle Università di Chieti e di Teramo, nel 1994 il professor Augello è diventato professore ordinario di Storia del pensiero economico alla facoltà di Economia di Pisa. Nella sua carriera scientifica il professor Massimo Mario Augello si è occupato soprattutto dei temi dello sviluppo economico, del pensiero industrialista francese della prima metà del XIX secolo e dello studio dell’opera di Joseph Schumpeter e della relativa storiografia.
Il principale filone di ricerca ha riguardato la scienza economica e gli economisti italiani dell'800 e dei primi del '900. In quest’ambito, l'attenzione maggiore è stata dedicata agli aspetti istituzionali dell'evoluzione del pensiero economico e allo studio degli “stili nazionali” dell'economia politica, attraverso numerosi PRIN di cui è stato coordinatore nazionale.

Nel suo programma, il professor Massimo Mario Augello si propone di “affrontare il futuro dell’Ateneo con visione strategica, dinamismo e progettualità, e rilanciare la sua immagine attribuendo a esso un ruolo attivo nei rapporti con il territorio e le sue istituzioni”. In particolare, Augello punta a “rendere collegiali e trasparenti i processi decisionali, adottando un codice etico, un bilancio sociale, un sistema di valutazione permanente, e migliorando i livelli di comunicazione interna ed esterna”.

08/10/2010