Salute/

Coronavirus: a Pistoia un percorso ad hoc per i pazienti guariti

Il 10% è stato dimesso dall’ospedale con ossigenoterapia domiciliare. Per tutti chi è stato malato più gravemente un controllo per valutare se servono ulteriori cure.

Un percorso speciale è stato allestito all’ospedale San Jacopo di Pistoia per seguire i pazienti guariti dal Covid-19, ma ancora bisognosi di essere curati. L’accesso al Day Service potrà riguardare, per il momento, 242 pazienti su 337 ricoverati totali a partire dal 24 febbraio, giorno del primo ricovero per Covid. Il 10% dei pazienti sono stati dimessi con ossigenoterapia domiciliare.

Il controllo avviene a distanza di almeno quattro settimane dalla dimissione. Dall’inizio dell’attività post Covid sono stati controllati oltre 30 pazienti. ”La rivalutazione – spiega il dottor Franco Vannucci, direttore della Pneumologia pistoiese e coordinatore del percorso – riguarda soprattutto i pazienti che hanno presentato un quadro clinico e radiologico all’esordio della malattia o durante il ricovero, caratterizzato da un’importante impegno polmonare ai quali è dedicata un’equipe multi-professionale che abbraccia diverse specialistiche: oltre al pneumologo, l’infettivologo, l’internista e altri colleghi dell’ospedale in relazione alle necessità cliniche e ai risultati degli esami di controllo”.

Nel Day Service sono previsti: valutazione pneumologica completa (visita, ecografia del torace, test respiratori, emogasanalisi), controlli radiologici (radiografia ed eventualmente TC del torace), test di laboratorio (compresi test sierologici per evidenziare lo stato di immunità acquisita con dosaggio degli anticorpi IgM e IgG anti Sars CoV2), valutazione fisiatrica e fisioterapica. All’interno del Day Service sono anche svolti i fondamentali test per valutare la forza muscolare residua e la capacità respiratoria. 

I più popolari su intoscana