Ambiente/

Rapporto Ecosistema Urbano Firenze al 5° posto in Italia

Le città toscane registrano buone performance nell’indagine di Legambiente

firenze duomo vista dall’alto strade

Qual’è lo stato di salute delle città toscane? Questa mattina il Sole 24 Ore ha pubblicato l’edizione 2012 di Ecosistema urbano, il rapporto di Legambiente-Ambiente Italia. La situazione regionale descrive un panorama fra luci e ombre dove si registrano buone performance anche se poche volte ottimali. A livello nazionale il Nord alpino fa il pigliatutto, il Sud e le Isole rappresentano ancora una volta il fanalino di coda, mentre emergono piccoli progressi alternati a situazioni di stallo. Rimane l’incognita grossa come una casa se la valenza positiva di alcuni progressi siano dovuti a vere politiche verdi o alla crisi economica in corso.

CITTA’ GRANDI, PICCOLE E MEDIE – L’indagine va per categorie. Fa le graduatorie distinguendo fra le città grandi (oltre 200 mila abitanti), quelle medie (tra 80 mila e 200 mila abitanti) e le piccole (meno di 80 mila abitanti). C’è una graduatoria finale, che è riassuntiva di dieci specchietti che rimandano ad altrettante graduatorie parziali, tutte particolareggiate e cariche di punteggi al centesimo.

FIRENZE AL 5° POSTO – Fra le grandi città, nel complesso nazionale, Firenze non va male. Si colloca al 5° posto con 50,92 punti. Una buona posizione che è anche il risultato di politiche ambientali ed energetiche positive. In testa c’è Venezia, seguita da Bologna Genova e Padova. Fra le città di media grandezza spicca il 7° posto di Pisa, con 59,59 punti. Seguono a distanza Lucca Livorno e Prato, rispettivamente al 15° 17° e 18° posto.

RISPARMIO ED ENERGIE ALTERNATIVE – Fra le città grandi, nel 2011 Firenze è al 9° posto per il risparmio nel consumo elettrico per usi domestici, calcolato in KWh/ambiente/abitante. Fra le città medie la prima città toscana è Arezzo, al 12° posto, seguita da Grosseto e Prato, rispettivamente al 16° e 17° posto. Nei tre capitoli che indagano sullo sviluppo delle energie alternative, ossia fotovoltaico, solare e teleriscaldamento, la posizione di Firenze è senza infamia e senza lode. Rimane sempre dietro alle grandi città del Nord, ma non sfigura mantenendosi fra la 7° e 11° posizione. Spicca il primo posto di Lucca nel solare fotovoltaico fra le città medie.

RIFIUTI – Il capitolo rifiuti non vede brillare Firenze per quanto si butta via. Nel 2011, infatti, il capoluogo di regione ha prodotto 663,1 kg pro capite di rifiuti urbani per abitante e si piazza al 13° posto. Le medie e piccole città toscane rimangono a metà classifica. La situazione migliora per quanto si recupera, ossia la raccolta differenziata. In questo caso Firenze è al 4° posto a livello nazionale con il 40,1% di rifiuti recuperati sul totale 2011. Anche in questo caso le medie e piccole città viaggiano a metà classifica.

SOSTENIBILITA’ – Infine l’indagine fa il punto sul livello di sostenibilità delle scelte di aziende ed enti locali nel 2011. E nel capitolo pianificazione e partecipazione ambientale Firenze è in testa alla classifica insieme a Bologna, Padova e Roma. Incassa il massimo del punteggio, che è 100, per progetti partecipati e approvazione dei piani locali. Oscilla fra il 5° e il 7 posto per uso di prodotti verdi e auto ecologiche e certificazioni ambientali Iso 14001 ogni mille imprese attive.

I più popolari su intoscana